Consiglio regionale della Toscana: tagliata la rivalutazione dei vitalizi per 184 ex consiglieri

riforma sanitaria

È stata approvata dal Consiglio regionale della Regione Toscana una nuova norma che taglia le percentuali di rivalutazione dei vitalizi di 184 ex consiglieri regionali aventi diritto che si sono succeduti nella carica.

La legge, che è stata approvata all’unanimità dall’Ufficio di presidenza dall’aula del Consiglio regionale, ha previsto questo taglio per non aggravare sulle spese regionali. “La piena applicazione del meccanismo di indicizzazione previsto dalla legge regionale 3/2009 – si legge nella relazione illustrativa – porterebbe ad un sensibile incremento di spesa e ad un adeguamento degli importi degli assegni non congruo rispetto ad esigenze di sobrietà e risparmio”. Se venisse applicato l’aggiornamento dell’assegno vitalizio ai 184 consiglieri, in base all’inflazione all’11,8%, il Consiglio regionale avrebbe un aggravio di spesa annuo di circa 700mila euro. Con la rivalutazione prevista dall’atto approvato oggi, invece, le maggiori spese saranno pari a circa 90mila euro annui.

La riduzione avrà durata temporanea, fino al termine dell’attuale legislatura, ovvero 2025. L’atto, nel dettaglio, introduce una rivalutazione pari al 3% per i vitalizi di importo complessivamente inferiore a 1.500 mensili; al 2% per i vitalizi di importo complessivamente superiore a 1.500 fino a 3.000 mensili e 1% per i vitalizi di importo complessivamente superiori a 3.000 euro.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments