Comunicazione sociale, ‘La Toscana che fa bene’: vince video Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Prato

La Toscana che fa bene
Immagine Controradio
Comunicazione sociale, 'La Toscana che fa bene': vince video Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Prato
/

‘La Toscana che fa bene’ è un’iniziativa, per premiare la migliore campagna di comunicazione sociale promossa nel 2021 da soggetti giuridici, pubblici e privati della nostra regione

“Un video stupendo che racconta in maniera dolce, garbata, ma con grande sarcasmo e ironia, come anche chi è senza vista partecipi alla vita collettiva della nostra comunità con grande forza e impegno”. Con queste parole il presidente del consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, ha descritto lo spot di 40 secondi dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Prato, che si è aggiudicato il premio ‘La Toscana che fa bene’, bandito dal Corecom della Toscana, in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Toscana (Cesvot), per premiare la migliore campagna di comunicazione sociale promossa nel 2021 da soggetti giuridici, pubblici e privati della nostra regione.

“Un premio (5mila euro) che riempie il cuore e che spero possa crescere sempre di più – ha continuato Mazzeo – . Esso ci ricorda come siano tante le iniziative portate avanti da associazioni di volontariato e del terzo settore che partecipano alla vita collettiva della nostra comunità e che rendono da sempre la Toscana una terra unica, di diritti, accoglienza e solidarietà, che non si volta dall’altra parte”.

In podcast l’intervista al Presidente del Cesvot Luigi Paccosi e a quello del Corecom Enzo Brogi, a cura di Lorenzo Braccini. 

“Ricevere questo premio ci ha riempito di soddisfazione – ha commentato Stefania Scali, presidente dell’Unione Italiana Ciechi di Prato – . Ringraziamo chi ha lavorato su questo progetto in modo professionale e gratuito. Il nostro principale obiettivo è l’integrazione delle persone con disabilità visiva nella società, che passa dall’istruzione alla ricerca del lavoro. Per questo diamo vita a tante iniziative anche ricreative, ludiche e di supporto. A questo proposito rivolgo un invito a tutti coloro che abbiano voglia di rendersi utili e possono darci una mano a mettersi in contatto con noi”.

All’evento era presente anche il presidente regionale dell’Unione Italiana Ciechi Massimo Diodati.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments