Cantiere frana in Fi-Pi-Li, presentato esposto in procura

cantiere

Firenze, presentato in procura un esposto relativo al cantiere presente sulla Sgc Firenze-Pisa-Livorno, tra gli svincoli di Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa in direzione del capoluogo toscano.

Il documento è firmato da 57 cittadini, assistiti dallo studio legale Federico Bagattini. “I 57 firmatari – si legge in una nota – confidano che le conseguenti indagini possano offrire risposta che essi, come migliaia di altri utenti di quella strada, hanno inutilmente atteso nel corso di questi sette mesi durante i quali i lavori di ripristino, appena iniziati, da settimane e a tutt’oggi risultano interrotti”. Il cantiere oggetto dell’esposto è stato allestito per i lavori urgenti di messa in sicurezza della frana verificatisi lungo la Fi-Pi-Li.

La notizia del deposito dell’esposto è stata data questa mattina dai legali dei cittadini, che hanno incontrato alcuni giornalisti davanti al Palazzo di giustizia di Firenze. Dovevano essere presenti anche alcuni dei firmatari che però, è stato spiegato, hanno fatto sapere di non poter intervenire proprio perché rimasti bloccati in Fi-Pi-Li, all’altezza del cantiere in questione.

A causa dei lavori, si legge nell’esposto, “la circolazione stradale nel tratto interessato ha subito evidenti ripercussioni”. “Le conseguenze di questa situazione – viene poi precisato – attingono sia la salute degli scriventi a causa dell’inevitabile logorio neurologico che essa determina, che le loro ragioni economiche connesse alla maggiore usura dei mezzi di trasporto e di consumo di carburante”, oltre ai “danni e disagi” per quanto riguarda “le relazioni sociali e lavorativo professionali”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments