Lun 22 Apr 2024

HomeToscanaLavoroBekaert: Giani, 176 licenziamenti è decisione gravissima

Bekaert: Giani, 176 licenziamenti è decisione gravissima

Il Governatore della Toscana:  ‘Serve proroga ammortizzatori per non condannare le famiglie’

L’avvio della procedura di licenziamento collettivo annunciato da Bekaert per i 176
lavoratori della fabbrica di Figline Valdarno (Firenze) è “una decisione inopportuna, gravissima e intempestiva”. Lo afferma in una nota il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, all’indomani dell’annuncio da parte della multinazionale belga.

“Capiamo la logica procedurale dei 75 giorni dal termine degli ammortizzatori sociali – spiega – ma serve anche un clima giusto per trovare la soluzione finale a cui stiamo già lavorando”. Giani ricorda che “da anni si attendono decisioni per la reindustrializzazione del sito”, mentre “la proroga degli ammortizzatori resta essenziale per evitare una decisione che condanna il presente e il futuro di così tante famiglie”.

“La decisione della multinazionale belga segna una ferita profonda nel mondo del lavoro valdarnese e non solo. Ancora una volta la scelta di licenziare arriva senza preavviso, come due anni fa. La proprietà compie un gesto grave nei confronti dei 176 lavoratori e delle loro famiglie, che in questi anni hanno portato avanti una battaglia di dignità importante a difesa della produttività del Valdarno. A tutti i lavoratori coinvolti voglio esprimere piena vicinanza e solidarietà. Due anni fa un territorio intero si mobilitò a sostegno dei lavoratori dello stabilimento di Figline Valdarno: oggi come allora c’è bisogno dell’impegno delle istituzioni, a tutti i livelli, affinché si trovi una soluzione che faccia ripartire il processo di reindustrializzazione del sito, la proprietà ritiri i licenziamenti e si possa dare seguito agli ammortizzatori sociali. Mi unisco all’appello dei Sindaci del nostro territorio: Governo e Regione si attivino, ancora una volta, fin da subito per salvaguardare lo stabilimento valdarnese e i suoi lavoratori che in questi anni, con impegno e sacrifici, hanno portato avanti una dura battaglia per difendere la capacità produttività di un intero territorio”.

E’ quanto dichiara invece  il Sindaco di San Giovanni Valdarno, Valentina Vadi, a seguito dell’annuncio della Bekaert dell’avvio del procedimento collettivo di licenziamenti nei confronti dei 176 lavoratori.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"