Lun 24 Giu 2024

HomeToscanaEconomiaBalneari e la 'rabbia' di tutta la categoria a causa della vertenza...

Balneari e la ‘rabbia’ di tutta la categoria a causa della vertenza record

Carrara, balneari della città si riuniscono per esprimere il loro malcontento che perdura ormai da anni.

Rodolfo Martinelli è uno dei tanti balneari di Carrara che oggi si sono trovati al convegno dal titolo “Onda d’urto balneari in mobilitazione” per esprimere la loro rabbia e frustrazione inascoltate dalla classe politica. “Da 14 anni viviamo un’infame vertenza, è un record mondiale. Meloni ha fatto interventi da barricadera quando, ora sta zitta. – ha inveito – E addirittura ha paura di inasprire i rapporti con il presidente della Repubblica. Guardiamo i nostri figli e sappiamo di non dargli un domani. Abbiamo creato ricchezza e posti di lavoro”.

Ha anche criticato aspramente il Presidente della Repubblica, a seguito dei richiami al milleproroghe. “Mattarella dà il cavalierato alle ditte centenarie, a noi vogliono darci un calcio – ha poi aggiunto -. In televisione non hanno mai accettato un contraddittorio con noi, e parla gente che da anni ripete le stesse cose, e che non sanno. Noi siamo la base, noi sappiamo le cose, e paghiamo il canone. Io, ad esempio – ha spiegato – pago 14000 di canone 7000 di Tari e 7500 di Imu per 5 mesi, più migliaia di euro per le pulizie. Colpiscono noi piccole imprese familiari, che vivono del proprio sudore e che l’inverno sono disperate. Ma cosa vogliono ancora da noi?”.

Dopo i fischi per l’intervento del deputato Pd Marco Simiani e gli applausi per i vicepresidenti del Senato Gian Marco Centinaio e Maurizio Gasparri, Martinelli esprimendosi anche a nome dei suoi colleghi ha mosso una richiesta molto importante per tutta la categoria, ovvero che “il Parlamento entro luglio legiferi sulla scarsità delle risorse. Poi dobbiamo organizzare un convegno con la sinistra e soprattutto i Verdi”.

1 commento

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)