Artigianato e Palazzo ricorda Giorgiana Corsini con 70 maestri

Artigianato e Palazzo

🔈Firenze, si apre nel ricordo di Giorgiana Corsini, a poco più di un mese dalla sua scomparsa, la 26/a edizione di ‘Artigianato e Palazzo’ che – nonostante le difficoltà legate al Covid – porta al Giardino Corsini di Firenze, dal 17 al 20 settembre, una nuova selezione di maestri artigiani: per quattro giorni 70 artigiani interagiranno con i visitatori mentre sono a lavori nei loro piccoli angoli di bottega, ricostruiti per l’occasione nelle limonaie e tra i parterre del giardino all’italiana.

Spazio anche a iniziative come le ‘Mostre nella mostra’, allestite sotto la Loggia del Buontalenti e nella Salone da Ballo di Palazzo Corsini, aperto per la prima volta al pubblico e ad eventi culturali legati alla campagna di raccolta fondi ‘Giambologna e la fata Morgana’: i visitatori potranno ammirare la copia della statua della Fata Morgana del Giambologna, realizzata a grandezza naturale.

 

View this post on Instagram

 

‘Una storia in 60 secondi’ con 🧔🏻 Gimmy Tranquillo

A post shared by Controradio Firenze (@controradiofirenze) on


Inoltre, accanto alla statua sarà esposta in anteprima mondiale la nuova vasca design Holiday di Devon&Devon. Per partecipare all’edizione 2020, realizzata col contributo di Fondazione Cr Firenze, è consigliata la prenotazione e si dovrà rispettare le normative anti-Covid.

“Questa è la mostra immaginata e che avrebbe voluto mia madre – ha detto Sabina Corsini, figlia di Giorgiana e neopresidente dell’associazione Giardino Corsini -. Farò ricorso a quello che lei ci ha insegnato per mantenere il suo impegno verso l’artigianato”. “In un periodo così incerto – ha aggiunto Neri Torrigiani, storico organizzatore della rassegna – la sfida che ci siamo posti con Donna Giorgiana è stata quella di non lasciare soli gli artigiani”.

 

View this post on Instagram

 

‘Una storia in 60 secondi’ con 🧔🏻 Gimmy Tranquillo

A post shared by Controradio Firenze (@controradiofirenze) on

Sulla statua della Fata Morgana la soprintendenza, a nome di Andrea Pessina, “ha accolto con il massimo favore l’iniziativa promossa” dalla rassegna. Per il sindaco di Firenze Dario Nardella questa edizione “è speciale, anzitutto perché la prima senza ‘Donna’ Giorgiana. Alla sua memoria rivolgo un pensiero affettuoso mio e di tutta la città”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Sabina Corsini, figlia di Giorgiana e neopresidente dell’associazione Giardino Corsini e Neri Torrigiani, storico organizzatore della rassegna:

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments