Arte: è morto il pittore toscano Giampaolo Talani 

Cordoglio per la scomparsa di Talani è stato espresso dal mondo politico, in particolare dal sindaco di Firenze, Dario Nardella: “Da oggi ci vedrai da lassù. La tua amata Firenze ti conserverà nel cuore e stringerà tra le braccia le opere che le hai donato, per sempre”.

E’ morto stamani, in ospedale a Pisa dove era ricoverato, il pittore e scultore Giampaolo Talani. Nato nel 1955 a San Vincenzo, in provincia di Livorno, dopo il Liceo Artistico a Lucca e a Firenze, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove ha come maestro Goffredo Trovarelli.
Ha eseguito numerose opere per la sua cittadina di nascita, affrescando nella chiesa di San Vincenzo, con le tavole per lo scalone del Municipio e con la scultura il Marinaio, che, alta sette metri, domina il nuovo porto turistico di San Vincenzo.

Il legame con Firenze si nota dalle numerose opere dell’autore per la città, come l’affresco ‘Partenze’ nella stazione di Santa Maria Novella a Firenze, con la personale intitolata ‘Rosa dei Venti’ a Palazzo Vecchio e con la collocazione temporanea di una scultura alta tre metri nel loggiato degli Uffizi. Nel 2016 la sua statua ‘Fiorenza’ è stata installata in piazza San Jacopino.

Anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi ha sottolineato il grande slancio che Talani ha ridato alla cossidetta “Arte di Stato”, attraverso le sue opere pubbliche, come il busto di Garibaldi in bronzo, che viene collocato in due copie al Quirinale e al Senato italiano, a conclusione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, il dipinto ‘L’ombra dell’eroe’ , nella Pinacoteca del Quirinale, e l’affresco ‘Mille uomini’, che entra nella collezione del Museo centrale del Risorgimento al Vittoriano di Roma.

Nel giugno 2009, Talani è l’unico artista italiano invitato a Berlino per l’apertura delle celebrazioni del ventennale della caduta del muro, con l’opera ‘Die Mauer – Gli ombrelli della libertà’. Anche la statua Abfahrt-Partenza, che si trova davanti alla nuova stazione ferroviaria di Berlin Hauptbahnhof, porta il nome dell’artista livornese. 

“Se ne va un grande artista toscano. Se ne va all’improvviso, inaspettatamente, nel pieno della vita: tutto questo rende ancora più difficile accettare che Giampaolo Talani non ci sia più. Per me è stato un amico, un punto di riferimento artistico nel panorama italiano; un uomo fieramente toscano”.  Lo afferma il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani esprimendo cordoglio alla famiglia del pittore.

Il sottosegretario all’ambiente Silvia Velo ricorda “tra le tante opere di Giampaolo, un grande italiano e per me anche un grande amico, l’affresco nella stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, i busti di Garibaldi collocati al Quirinale e al Senato, e il Marinaio sul lungomare della sua San Vincenzo, con cui il legame, nonostante i successi a livello internazionale, non si è mai interrotto. La sua morte lascia un profondo vuoto in tutti quelli che, come me, hanno avuto il privilegio di conoscerlo, in Toscana e nel mondo intero. Esprimo condoglianze e vicinanza alla famiglia. Da oggi siamo tutti un po’ più poveri”.

Cordoglio del mondo politico toscano per la morte dell’artista Giampaolo Talani. “Ci ha lasciato un artista di talento. Mi ha lasciato un carissimo amico – sottolinea il viceministro dei trasporti e segretario del Psi Riccardo Nencini -. E’ suo il merito se la stazione di Santa Maria Novella a Firenze ostenta un meraviglioso affresco. E’ suo il merito di aver contribuito a valorizzare l’arte contemporanea toscana nel mondo. Vai dove devi andare, con il sorriso sulle labbra”

“Piango un grande artista contemporaneo e soprattutto un amico di lungo corso – dice il senatore Pd Andrea Marcucci -. Giampaolo lascia un ricordo indelebile della sua arte e delle sue opere, che oggi arricchiscono il panorama di tante città. Le sue sculture per il bicentenario della morte di Garibaldi, con quella sua lettura così personale dell’eroe del Risorgimento, restano immortali così come gran parte della sua produzione artistica. Giampaolo è morto troppo presto, lasciando un vuoto incredibile di umanità, entusiasmo e maestria”

La camera ardente si terrà da questo pomeriggio a San Vincenzo (Livorno) presso la sala consiliare della Torre. Domani pomeriggio i funerali, sempre a San Vincenzo

“Apprendo con sconforto la notizia della morte prematura di Giampaolo Talani – le parole di Rosa Maria Di Giorgi, vice presidente del Senato -, pittore di grande spessore e di profonda sensibilità civile, le cui opere testimoniano tanto il suo costante impegno nello studio e nell’applicazione tecnica quanto un’attenzione alla funzione sociale dell’arte, come veicolo di valori da condividere pubblicamente. Il suo legame con la città di Firenze, cui ha donato varie opere, e con la Toscana è sempre stato particolarmente forte, portandolo a rappresentare nel mondo quelle capacità e quelle qualità che da sempre emanano dalla nostra terra”.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments