Aretino: sequestrato allevamento usato come discarica abusiva

Arezzo discarica abusiva allevamento sequestro

Un’azienda agricola di Brolio, nel comune di Castiglion Fiorentino (Arezzo), che all’interno conta un allevamento con 300 capi e un caseificio, è stata sequestrata dai carabinieri forestali perché l’area era stata trasformata in una discarica di rifiuti speciali.

Il sequestro ha visto impegnati i forestali insieme ai colleghi dei Nas di Firenze. Le indagini sono partite ad aprile scorso quando la polizia municipale e l’Arpat accertarono scarichi industriali illeciti provenienti dal caseificio che venivano dispersi direttamente nel suolo e nel reticolo idraulico. Durante una successiva ispezione, a maggio, era stata accertata la presenza di una discarica abusiva di rifiuti speciali, sia pericolosi che non, all’interno dell’azienda contenente, tra l’altro, amianto.

Oggi i Nas hanno anche scoperto un capannone dove erano stoccati ingenti quantitativi di prodotti zootecnici, tra cui mangimi e latte in polvere, a diretto contatto con residui di guano, antiparassitari, pesticidi e altri rifiuti pericolosi. Il caseificio era già stato oggetto di un precedente sequestro sanitario disposto dalla Asl di Arezzo e oggi i Nas hanno richiesto la sospensione dell’attività. Oltre al sequestro, il titolare dell’azienda agricola dovrà rispondere dei reati di discarica illecita di rifiuti speciali e scarichi industriali illeciti, e dovrà predisporre un piano di smaltimento e di ripristino dei luoghi.

Pena la confisca dei terreni prevista per il reato di discarica illecita.

avatar