Al Teatro di Rifredi da domani al via “Vecchia sarai tu!”

Con fresca, veloce, consapevole teatralità e con una buona dose di ironia, Antonella Questa, al Teatro di Rifredi di Firenze da giovedì 12 a sabato 14 dicembre, si cala nei panni di nonna, nuora e nipote per declinare un tema complesso: il passare del tempo.

Il titolo è a doppio senso, la reazione di rimbalzo a quello che di solito si considera un insulto, “vecchia sarai tu!”, ma che implica anche una constatazione, un dato di fatto: che un domani anche tu sarai vecchia.
Tre generazioni a confronto offrono un ritratto divertente e amaro sullo scorrere del tempo: nonna Armida, chiusa in un ospizio contro la propria volontà e determinata a tornare alla vita di sempre e dal suo amato Carmé; sua nuora Sabine, che vive con ansia lo scorrere degli anni ed è costantemente impegnata a fermare i segni dell’età che avanza sul proprio corpo e l’insofferente nipote Monica, che giovane lo è davvero, ma che si sente già vecchia. Un monologo  che, con leggerezza e sensibilità, porta a riflettere su quanto la vecchiaia possa anche essere un dono e regalare ancora momenti ricchi e belli.

In un’epoca in cui invecchiare sembra un cedimento inaccettabile, come viviamo oggi l’età che avanza? Abbiamo ancora il diritto di invecchiare? In una società in cui la vecchiaia è diventata un vero e proprio tabù e le persone anziane sono sempre più relegate ai margini, “Vecchia sarai tu!” ci regala un altro punto di vista.

In contemporanea alle rappresentazioni teatrali, sabato 14 dicembre alle ore 18 verrà presentato il libro “Questa sono io” : due drammaturgie di Antonella Questa. Il libro, edito da Caracò e inserito nella  collana Teatro di Carta, diretta da Emanuele Tirelli, include anche  “Vecchia sarai tu!” e “Svergognata”, due testi che raccontano, con un piglio umoristico e amaro, l’anima, il corpo e la vita delle donne in diversi periodi della loro esistenza

Per ulteriori informazioni: 055/422.03.61  www.toscanateatro.it

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments