Ven 31 Mar 2023
HomeCultura & Spettacolo🎧 Auroradisera, tornano gli appuntamenti di Fondazione Toscana Spettacolo a Scandicci

🎧 Auroradisera, tornano gli appuntamenti di Fondazione Toscana Spettacolo a Scandicci

🎧 Auroradisera, tornano gli appuntamenti di Fondazione Toscana Spettacolo a Scandicci
/

Sabina Guzzanti, Giorgio Tirabassi, Gioele Dix, Fabio Troiano, Lella Costa, Elia Schilton, Enzo Iacchetti e Vittoria Belvedere sono i protagonisti dell’edizione 2023 di Auroradisera, la rassegna al via martedì 17 gennaio al Teatro Aurora di Scandicci.

Il cartellone di Auroradisera nasce, come sempre, dalla collaborazione fra la Fondazione Toscana Spettacolo onlus e il Comune di Scandicci. Un programma di spettacoli in equilibrio tra momenti di introspezione e riflessione sulla natura umana, ironia e commedia, con testi che alternano toni leggeri e profondi, nel solco della tradizione che da sempre contraddistingue il carattere della rassegna.

Aprono l’edizione 2023 di Auroradisera, martedì 17 gennaio (ore 21:15), Sabina Guzzanti e Giorgio Tirabassi con Le Verdi Colline dell’Africa. Sabina Guzzanti tributa lo scrittore e drammaturgo austriaco Peter Handke e la sua opera Insulti al pubblico. Un testo provocatorio e dissacrante che non racconta deliberatamente nulla. Infatti, non c’è una storia, né una scenografia e nemmeno i personaggi. L’unica cosa che rimane è il pubblico e l’energia vitale di una delle autrici più libere e creative nel panorama italiano che prenderà di mira le abitudini. E il torpore intellettuale degli spettatori, ponendoli al centro di un gioco divertente e irriverente. Uno spettacolo, ma soprattutto un gioco che ruota intorno ad un serissimo confronto sul teatro e la sua essenza.

È Gioele Dix l’autore e il protagonista dello spettacolo La Corsa dietro al Vento. Dino Buzzati o l’incanto del mondo, secondo appuntamento della rassegna, in programma mercoledì 1 febbraio (ore 21:15). Lo spettacolo nasce dal desiderio di dare corpo teatrale alla prosa immaginifica di Buzzati. Attingendo dal ricchissimo forziere dei racconti Dix compone un variegato e affettuoso mosaico di personaggi e vicende umane. Nelle quali ogni spettatrice e spettatore potrà ritrovare tracce di sé. Relazioni, esperienze, sentimenti, sogni e fantasie, anche le più segrete e inconfessabili. Come gli enigmatici protagonisti di un racconto buzzatiano, sul palco Gioele Dix e Valentina Cardinali fanno da guida al pubblico in un inedito viaggio teatrale. In equilibrio sapientemente sospeso fra ombre e attese, illuminazioni e misteri, illusioni e risate.

Martedì 28 febbraio (ore 21:15) Fabio Troiano porta in scena Il Dio Bambino, per la regia di Giorgio Gallione. Il dio bambino racconta una normale storia d’amore che si sviluppa nell’arco di alcuni anni e dà agli autori l’occasione di indagare su l’Uomo, per cercare di capire se ce l’ha fatta a diventare adulto o è rimasto irrimediabilmente bambino, un bambino che si vanta della sua affascinante spontaneità invece di vergognarsi di un’eterna fanciullezza. Ambientato in un metaforico locale in disfacimento, tra bottiglie semivuote e fiori calpestati, a raccontare allusivamente una sorta di festa finita male, lo spettacolo è contrappuntato da frammenti di canzoni di Giorgio Gaber.

Il sipario dell’Aurora si alza di nuovo sabato 11 marzo (ore 21:15) per Le Nostre Anime di Notte con Lella Costa ed Elia Schilton. Lo spettacolo, per la regia di Serena Sinigaglia, è tratto dall’omonimo romanzo di Kent Haruf, pubblicato in Italia da NN Editore. Addie e Louis, entrambi vedovi ultrasettantenni, che vivono da soli a pochi metri di distanza, si conoscono da anni. Addie era buona amica di Diane, la moglie scomparsa di Louis, ma in realtà non si frequentano. Almeno fino al giorno in cui Addie fa al vicino una proposta piuttosto spiazzante. Dal momento che, dopo la scomparsa del marito, ha delle difficoltà ad addormentarsi da sola, invita Louis a recarsi da lei per dormire insieme. Non si tratta di una proposta erotica, ma del desiderio di condividere ancora con qualcuno quell’intimità notturna fatta soprattutto di chiacchierate nel buio prima di cedere al sonno.

Chiudono la rassegna Auroradisera, mercoledì 22 marzo (ore 21:15), Enzo Iacchetti e Vittoria Belvedere, protagonisti della commedia Bloccati Dalla Neve di Peter Quilter. Patrick è un uomo di mezza età che vive in un cottage di campagna e ama stare da solo. Negli anni ha sviluppato una sorta di misantropia. Un giorno, però, durante una violentissima tempesta di neve, Judith, una donna che vive nel villaggio vicino, bussa alla porta di Patrick chiedendo pane e uova. È interamente coperta di neve. Patrick, indispettito, la accontenta, sperando che Judith se ne vada presto. Purtroppo per lui, la tempesta di neve diventa ancora più violenta e un comunicato della polizia intima a tutti gli abitanti dei dintorni di non uscire all’aperto e di barricarsi in casa. Patrick e Judith sono costretti a dover convivere in quella quarantena forzata.

“Scandicci – ricorda l’assessora alla Cultura, Claudia Sereni – oggi presenta molte occasioni culturali diversificate nei generi, negli spazi e nelle stagioni estiva e invernale. Questa varietà ci ha permesso di lavorare su offerte e pubblici diversi senza però lasciare indietro le pietre miliari della programmazione scandiccese e Auroradisera è sicuramente tra queste. Dopo il grande successo di pubblico dell’anno scorso, con la Fondazione Toscana Spettacolo abbiamo voluto un programma in linea con le aspettative. Che possa rendere unica anche questa edizione ’23 di Auroradisera. Un programma vario, con alcune novità, che ci farà ridere, emozionare e riflettere, nella grande platea del Teatro Aurora”.

“A conferma del rinnovato impegno, condiviso con l’amministrazione comunale e dedicato al territorio di Scandicci, – spiega la presidente della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Cristina Scaletti – presentiamo una nuova edizione di Auroradisera densa di contenuti, con spettacoli portati in scena da interpreti di valore assoluto. Una rassegna che, come da tradizione, si contraddistingue per la qualità della proposta e per l’equilibrio e l’alternanza tra toni leggeri e testi capaci di andare in profondità. Un’emozione che si rinnova e che vogliamo condividere con i tanti spettatori che ogni anno tornano all’Aurora per vivere con grande partecipazione un’esperienza culturale che è anche momento di incontro e di confronto”.

“Il Teatro Aurora di Scandicci – sottolinea la direttrice della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – si prepara per una nuova edizione di Auroradisera che rappresenta un appuntamento atteso per centinaia di affezionati spettatori. Nel programma 2023 trovano spazio testi che indagano l’essere umano e  la sua natura, momenti ironici e brillanti. Dal personale tributo di Sabina Guzzanti ad uno dei testi più dissacranti di Peter Handke. Al lavoro di Gioele Dix dedicato all’opera di Dino Buzzati. Dal dio bambino con Fabio Troiano, alla poesia disvelata da Lella Costa ed Elia Schilton in Le nostre anime di notte. Fino a Bloccati dalla neve, commedia sulla convivenza forzata affidata all’interpretazione di Enzo Iacchetti e Vittoria Belvedere”.

Numerose le iniziative di promozione di Auroradisera. Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta. Biglietto futuro, riduzioni per under 35. Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta. Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno. Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà. FTS per l’ambiente, per condividere la cura e il rispetto per l’ambiente gli spettatori che presentano l’abbonamento mensile in corso di validità ad un mezzo di trasporto pubblico hanno diritto al biglietto ridotto.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Architects and the City del 23 marzo 2023

𝗖𝗔𝗦𝗘 𝗣𝗢𝗣𝗢𝗟𝗔𝗥𝗜: 𝗜𝗟 𝗦𝗢𝗖𝗜𝗔𝗟𝗘 𝗖𝗛𝗘 𝗙𝗔 𝗥𝗘𝗧𝗘 - Quarta Edizione - Puntata 07

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.