Disco della settimana: The Wombats

the wombats

Giovani mestieranti dell’indie rock, capaci però di scrivere ottime canzoni, The Wombats arrivano al quarto album provando a diventare adulti. ASCOLTALO QUI

 

Beautiful People Will Ruin Your Life vede i The Wombats riaffermarsi come uno dei migliori gruppi pop dei nostri tempi. L’album del 2015, intitolato Glitterbug, era entrato nella top 5 dei dischi più venduti del Regno Unito ed ha avuto oltre 200 milioni di stream. Mentre l’esibizione per celebrare il decimo anniversario del disco d’esordio A Guide To Love, Loss & Desperation, tenutasi alla Brixton Academy nel giugno 2017, era andata sold out in meno di 24 ore, così come le due serate alla Sydney Opera House.


Lanciato da Annie Mac su BBC Radio1 come “Hottest Record”, ‘Lemon to A Knife Fight’ cavalca un momento di euforia e foga, spirito tipico della band. Parlando del brano, il frontman Matthew ‘Murph’ Murphy ha dichiarato: “Lemon to a Knife Fight è nato dopo un litigio tra me e mia moglie sul film Mulholland Drive. In quel periodo guardavo tantissimi film di David Lynch e la canzone mi è praticamente piombata addosso”

Scritto da tre diversi angoli del globo – il batterista Dan Haggis vive a Londra, il bassista Tord Øverland Knudsen a Oslo e il frontman Murph a Los Angeles – Beautiful People Will Ruin Your Life è stato creato durante sessioni a lunga distanza, integrate da intense sessioni dove i membri si sono incontrati a Oslo. Con l’aggiunta di produttori quali Mark Crew (Bastille, Rag’n’Bone Man) e Catherine Marks (Wolf Alice) l’album vede i The Wombats andare oltre i confini dell’alt-pop, con un sound ultramoderno avvolto da synth alla Blade Runner, assoli spirituali e melodie spaziali.

“L’ultimo album parlava della mia vita sconvolta a Los Angeles, delle feste sfrenate e dei casini in cui finivo”, ha spiegato Murph. “Quest’album, invece, mostra la mia battaglia nei confronti di tutto ciò e il mio tentativo di vivere una vita adulta. Fallendo miseramente”.

Passando da momenti di euforia psichedelica a momenti di oscura alterazione, Beautiful People Will Ruin Your Life cattura l’unicità dei The Wombats fatta di irrefrenabili motivetti e un lirismo tragi-comico, ma anche di una nuova maturità e una inedita profondità emozionale. Insieme, i membri del trio di Liverpool, hanno scritto un disco dai ritornelli facili ma che vuole essere preso sul serio.

Queste le prime reazioni della stampa anglosassone:

“A jittery joy” Sunday Times Culture

“Psychedelic future-pop with shades of Vampire Weekend and The Flaming Lips on the brilliant new record.” The Telegraph

“Never letting life remove the escapist joy from their sound, The Wombats’ genius is in knowing exactly what they’re best at” Dork

“Set to be a banger, start warming up your vocals now…” Wonderland

Dopo il tour di successo negli Stati Uniti, la band si esibirà con i Pixies e gli Weezer, sempre negli Stati Uniti, a giugno e luglio. Tra  marzo aprile la band sarà impegnata nel tour britannico quasi completamente sold out e in quello europeo, info e biglietti www.thewombats.co.uk

Commenta la notizia

avatar