Toscana diventa ‘plastic free’: al via la campagna #spiaggepulite

Plastic free

Parte la campagna “Toscana plastic free” e #spiaggepulite. Un kit composto da due pannelli e sei locandine arriveranno ai concessionari degli stabilimenti balneari e nelle spiagge libere della Toscana, attraverso le amministrazioni comunali: in italiano e in inglese. E poi ancora cartoline, adesivi, una pagina web (www.plastic-free/toscana.it) e cover per personalizzare i propri profili Facebook: nell’ottica di una campagna social e partecipata.

L’obiettivo della campagna ‘plastic free’ è quello di informare e sensibilizzare turisti e residenti che il 25 giugno il Consiglio della Regione Toscana ha approvato una legge, figlia di un’intesa con le associazioni di categoria, che bandisce, tre anni prima che nel resto d’Europa, stoviglie ed oggetti di plastica ‘usa e getta’ in spiaggia e negli stabilimenti balneari che vi si affacciano.

Sarà un divieto, ma anche un buon esempio di istituzioni e operatori economici e un invito a tutti, partecipato, a mentenere spiagge e mare puliti, contribuendo a rislovere alla radice il problema  delle plastiche disperse in acqua.

34 le amministrazioni che riceveranno dalla Regione il kit, entro la prossima settimana. Saranno quindi i comuni a distribuire pannelli e locandine. In tutto saranno 1405 stabilimenti, 63 spiagge libere, dal confine con la Liguria fino a quello con il Lazio.

Addio, dunque, già da questa estate a stoviglie e posate ‘usa e getta’ nei lidi e su tutte le spiagge del demanio marittimo. L’eventuale sanzione sarà determinata dal Comune: le multe vanno da 1032 a 3098 euro.

Anche per quanto concerne i mozziconi di sigaretta i Comuni sono a lavoro per arginare questo probema. Alcuni Comuni hanno istituito il divieto assoluto di fumo, altri hanno previsto l’installazione di contenitori ermetici in spiaggia per impedire l’abbandono di cicche.

 

Sentiamo l’assessore regionale Vittorio Bugli e il sindaco di Castiglione della Pescaia, in rappresentanza di ANCI, Giancarlo Farnetani, intervistati da Lorenzo Braccini.

avatar