Tmm Pontedera: Fiom, Pasqua ”di lotta” per i lavoratori

tmm

E’ una Pasqua “all’insegna della lotta” per i lavoratori della Tmm di Pontedera (Pisa), da 232 giorni in presidio permanente davanti alla loro azienda, posta in liquidazione, che “hanno il pieno diritto di lottare democraticamente, e non hanno bisogno di nessuna autorizzazione del liquidatore di turno. A chi non piace se ne faccia una ragione”. Lo sottolinea il segretario generale della Fiom Toscana Massimo Braccini in merito alla vertenza che riguarda l’azienda dell”indotto Piaggio, specializzata nella produzione di marmitte.

“Questa vertenza segna un punto di riferimento avanzato e democratico – sottolinea il sindacalista in una nota – e tende a dimostrare che ci può essere un”altra via di uscita alla
disoccupazione a seguito della chiusura della propria azienda”. Per Braccini, “è inaccettabile sentir accusare, da parte del liquidatore, i lavoratori ed i rappresentanti della Fiom Cgil di
aver sequestrato un camion e il suo autista. Riteniamo queste affermazioni gravi, gratuite, farneticanti e fuori luogo”. “In tutta questa vicenda – aggiunge – il liquidatore della Tmm si è più volte eretto anche a giudice, cercando nel peggior modo possibile di dividere i lavoratori”. Come Fiom, “non accettiamo minacce e ricatti da parte di nessuno e non permetteremo che i lavoratori vengano addirittura criminalizzati”.

avatar