I SEMIFINALISTI

Giovedì 17 novembre - Glue Alternative Concept Space

Androgynus

Già esordente al Rock Contest in compagnia di Gaube nel duo “Monologue”, Androgy̆nus è il nuovo progetto in italiano di Gabriele Bernabò, giovanissimo grossetano. Tra canzoni ed immagini, si interroga sul rapporto tra individuo e società rivolgendosi alla conoscenza ancestrale, al mito e alla bellezza della natura, traducendone i contenuti attraverso la lente di un linguaggio musicale particolarmente attento alle nuove tendenze in ambito neopsichedelico. Ha già all’attivo una serie di singoli e videoclip che anticipano il primo album, “Medioevo Digitale”.

Facebook

Instagram

Youtube

Lamante

Selvaggia, tribale, punk e psichedelica al tempo stesso, ed emotivamente intensa; così è la proposta musicale in italiano di Giorgia Pietribiasi, 23enne vicentina stabilitasi a Milano. Già segnalatasi in diverse manifestazioni specializzate e con una discreta attività live, Giorgia sta lavorando al suo primo ep con il produttore Taketo Gohara.

Facebook

Instagram

Youtube

Lonely Blue

I Lonely Blue sono un gruppo musicale italiano formatosi a Torino nel 2019. La loro musica si ispira ai grandi gruppi rock degli anni ’70, caratterizzata da potenti riff e ritornelli di matrice blues. Sono composti da Davide Amisano (basso e voce), Yuri Di Giovanni (chitarra) e Alberto Perretta (batteria), appena ventenni. A lunghe jam ed al forzato isolamento pandemico si deve il loro primo singolo “Blue Hair Girl” ed il loro primo EP “Water”, dalla forte matrice blues. Ripartiti con una frenetica attività live, nel 2022 rilasciano un nuovo singolo, Men For Free, che annuncia l’arrivo di un nuovo EP.

Facebook

Instagram

Youtube

Mundial

Mundial è il nuovo progetto del cantautore Carmine Tundo, del maestro Roberto Mangialardo e del batterista Alberto Manco. Da sempre attivi nel circuito indipendente musicale italiano, collaborano in diversi progetti, tra i quali La Municipàl e Diego Rivera. Il nuovo progetto affronta un particolarissimo percorso sonoro che dalle radici della musica salentina giunge alle nuove frontiere dell’elettronica moderna. Dopo il primo album “Scércule”, termine salentino che indica piccoli oggetti di uso comune di varia tipologia (cianfrusaglie) e 50 date in giro per lo stivale,  la band è a lavoro sulla produzione del nuovo album.

Facebook

Instagram

Youtube

Nobody

Nobody (Giulia Tudisco) è una giovane cantautrice nata a Roma ed ora stabilita a Londra. Fortemente inspirata dagli scritti di Luigi Pirandello, affronta a livello testuale il contrasto tra voler essere sé stessi e dover assecondare l’idea che gli altri hanno di noi, siamo individui, ma siamo anche visti in centomila versioni diverse, per cui risultiamo non essere nessuno (Nobody). “Luminol (Pt. 2)”,  è un inno pop alternativo per le anime solitarie che si sentono deboli e invisibili. Con immagini e suoni taglienti, versi vuoti e metafore, Nobody mira a sensibilizzare sul suicidio, un argomento tabù. E’ di imminente pubblicazione il quarto singolo, “You Watch the Stars”, sempre sulla scia di un sofisticato alternative pop in lingua inglese.

Facebook

Instagram

Youtube

Wake up in the cosmos

Chitarre elettriche psichedeliche, riverberi distorti e voci come segnali di vita da un’altra galassia” “Wake up in the cosmos” nasce nel 2017 dalla mente di Francesco Bigazzi. Dopo l’uscita del primo lavoro “De rerum natura” per concretizzare al meglio le idee sono subentrati all’interno del progetto altri componenti fino ad arrivare alla formazione attuale. Attualmente la band sta ultimando il suo secondo lavoro in studio con Renato D’amico (Postino, Emma Nolde) che uscirà entro la fine del 2022.

Facebook

Instagram

Giovedì 24 novembre - Combo Social Club

Cannibali Commestibili

“Ad ispirarci – spiegano i tre musicisti trentini – è stato il documentario (falso) “Cannibals in the jungle” che avevamo visto insieme. Da quel momento abbiamo deciso di creare un gruppo in grado di manifestare la nostra natura sonora cannibale”. Nebbie, paludi, lamiere arrugginite ed inquietanti presenze in boschi illuminati dalla luna piena sonorizzati da un roboante magma sonoro fatto di alternative rock, hard blues, stoner, in italiano.

Facebook

Instagram

Youtube

D.O.A. ( Death Of Autotune )

D.O.A. (da un brano di Jay-Z) sono un gruppo di  ragazzi tra i 22 e i 25 anni da Palazzolo Sull’Oglio (BS) e Grumello del monte (BG). Lyo alla chitarra, Benzo batteria, Nicolas Lecchi basso/sax e Mr RowBrown voce. Il progetto è iniziato nel 2018 e si è presto concretizzato in “INTRO”, l’album d’esordio, in bilico fra rap, alternative rock, soul e pop con brani in italiano ed in inglese, su basi rigorosamente suonate.

Instagram

Youtube

Le Pietre Dei giganti

Le Pietre Dei Giganti sono una band psych-alternative di Firenze. Stoner, psichedelia, heavy rock, blues acido, groove tribali, sampling ed elettronica, testi intrisi di poesia e gusto epico. Veti e Culti, il loro secondo album ha ottenuto il plauso della critica di settore (Rumore, Ondarock, Impatto Sonoro, Rockit, Blow Up) ed è stato definito da Rockit come “uno dei dischi migliori degli ultimi tempi di rock italiano, nell’accezione più generale del termine”.

Facebook

Instagram

Youtube

Marte

Martina Saladino, in arte Marte, è una ventisettenne sempre in cerca di qualcosa in giro per il mondo per tornare poi ogni volta a casa, a Genova. Così la sua musica, in perenne evoluzione e mutamento; da un primo disco in inglese, a prove più sperimentali, tour ed esperimenti pop. Oggi lavora in team con Fulvio Masini dei Banana Joe ad un suo primo disco in italiano.

Facebook

Instagram

Youtube

Ossa di cane

Ossa di cane nasce nel 2020 dall’incontro tra Giovanni Miatto e Alessandro Vagheggini, con l’intento di unire l’estetica della musica hip-hop con quella della musica contemporanea. Il progetto racchiude sonorità più disparate, dal lo-fi alla drum and bass, dalla musica contemporanea al jazz, dall’hip-hop al nu-soul passando per momenti di libera improvvisazione. Il minimo comune denominatore delle più recenti composizioni è la narrazione (in italiano) di una storia: “La morte del Re”.

Facebook

Instagram

Wicked Expectation

I Wicked Expectation sono una band IDM/elettronica di Torino. Suoni sperimentali, ambient e glitch mixati con voci pitchate e synth disegnano scenari psichedelici per visioni dispotiche La band, formata nel 2012, ha pubblicato un paio di album ed ha all’attivo una buona attività live, in Italia ed all’estero. In tempi più recenti la produzione della band si sposta maggiormente verso un sound elettronico e astratto, con ritmi downtempo. A giugno 2020 la nuova collaborazione con il collettivo/etichetta torinese Sideshape Recordings si concretizza con la pubblicazione dell’EP di due tracce Emotional Control e con il singolo Beat Around the Bush. A partire da settembre 2022 la band pubblicherà una serie di singoli (il primo è Moving Clockwise) che andranno a formare il prossimo EP nella primavera 2023.

Facebook

Instagram

Youtube