Renzi in campagna elettorale con Minniti

renzi

?Firenze, questa mattina, allo storico teatro Niccolini, il segretario del PD, Matteo Renzi, in compagnia del ministro dell’Interno Marco Minniti, ha tenuto un incontro elettorale con i sindaci del fiorentino.

“Noi ribadiamo con forza che siamo orgogliosamente antifascisti e che questo paese è orgogliosamente antifascista – ha detto Renzi ricordando poi ai Dem l’appuntamento di giovedì a Sant’Anna di Stazzema – Ci sarà tutto il Pd per la firma nell’anagrafe antifascista, che qualcuno ha paragonato a quella canina – ha continuato attaccando il leader della Lega, Matteo Salvini, che nei giorni scorsi aveva detto sempre a Firenze: “L’anagrafe antifascista? C’è quella canina”.

E sui fatti di Macerata “Perfino su Macerata qualcuno ha avuto il coraggio di dire che il problema è il Pd, quando a Macerata al Pd hanno sparato, dov’era il Pd a Macerata? Il Pd era a Macerata col sindaco Carancini, con il ministro Minniti, con i suoi uomini, con Orlando che è andato a trovare i feriti, ma il Pd era anche in quella sede presa di mira da una pallottola: perché il fascista ha sparato a sei ragazzi di colore ma anche alla sede del Pd”.

Renzi ha poi introdotto il ministro dell’Interno Marco Minniti, in città per la firma del patto sulla sicurezza, con il sindaco Dario Nardella, che ribadendo la sua intenzione a rimanere all’interno del partito democratico, ha detto che “Un grande partito discute, s’interroga ma poi si unisce e lavora insieme con il suo leader per vincere le elezioni”.

“Sono sempre stato tra quelli che cambiavano i partiti dall’interno, cercando di farli migliorare – ha prosieguito Minnit – Ho cambiato dall’interno tanti partiti, ma non ho mai cambiato partito. Non l’ho cambiato finora, non lo cambierò mai”.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni di Matteo Renzi e del Ministro Minniti:

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments