Passerella Cascine: Nardella, “pronti rescindere contratto”

isolotto

“A causa di ripetuti ritardi abbiamo deciso di inviare una lettera di diffida e messa in mora alla ditta incaricata per avviare le procedure per la risoluzione del contratto. Se entro 15 giorni non riprendono i lavori rescinderemo il contratto, applicheremo le penali ed escuteremo la polizza fideiussoria perchésia chiaro di sono le responsabilità”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella a proposito del cantiere della passerella dell’Isolotto.

”In questo modo – ha continuato Nardella – potremo riprendere i lavori con un’altra ditta e finire ciò che andava finito molte settimane prima”. ”Siamo costernati – ha aggiunto il sindaco – dal comportamento che riteniamo inaccettabile di questa ditta che non aveva mai lavorato prima nella nostra città. Per noi viene prima di tutto l’interesse dei nostri cittadini”.

“L’impresa da più di un mese a questa parte ha portato avanti le lavorazioni con ritmi di lavoro inadeguati, ricevendo per questo una serie di ordini di servizio dal direttore dei lavori e dal dirigente comunale responsabile del procedimento che hanno costantemente monitorato la situazione. Per lo stesso motivo non siamo in grado di dare una data certa di chiusura lavori ad oggi – lo scriveva il 2 dicembre scorso il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni, sul suo profilo Fb –  La soluzione alternativa a far completare i lavori alla ditta appaltatrice è la rescissione del contratto e far subentrare in cantiere un’altra impresa, con una procedura non semplice e conseguenti tempi lunghi rispetto ai pochi giorni (salvo pioggia battente o gelo) che sono necessari a completare l’opera (fine verniciatura, impermeabilizzazione e posa del conglomerato per asfaltatura oltre al collaudo). Questa decisione compete ai tecnici responsabili dell’appalto e si basa sulle norme nazionali del Codice degli Appalti e sulla gravità delle inadempienze.  Poi, in ogni caso, saranno applicati tutti gli aspetti contrattuali (penali e riserve reciproche), come si deve fare negli appalti pubblici”.

avatar