Il Nuovo Stadio della Fiorentina? E perché non al Visarno…

la zona dell'ippodromo del Visarno

Il Nuovo Stadio della Fiorentina? E perché non al Visarno…
Podcast

 
 
00:00 / 00:04:13
 
1X
 

La proposta di un nostro ascoltatore. Che ne pensate? Costi ridotti, ottima accessibilità e la possibilità do creare un polo sportivo-musicale in uno dei parchi più belli d’Italia

la proposta è del dott. Pierluigi Leoncini che ci scrive: “Dai rilievi ricavati da google maps, semplificando ,lo stadio Artemio Franchi e’ un rettangolo di 276x 136 mt mentre l’attuale pista del trotto dell’ippodromo e’ all incirca un rettangolo di 445 x 180 mt. Ne consegue che uno stadio di dimensioni come Artemio Franchi puo’ essere facilmene collocato all’ interno della pista.Se consideriamo di utilizzare tutta la pista per lo stadio e I relativi servizi la rimanente parte del Visarno lato palazzo della musica potrebbe essere predisposta come struttura permanente per concerti estivi o altre manifastazioni extra calcistiche.

Se studi idrogeologici e tutte le altre  valutazioni necessarie permettessero di fare lo stadio semi-interrato avremmo il doppio vantaggio di ridurre impatto ambientale e con la terrra rimossa fare un anfiteratro da utilizzare come tribune naturali per I concerti.Sarebbe da prendere come riferimento lo stadio olimpico di Monaco 72 che ha l’accesso alle tribune
dal parco praticamente quasi al livello superiore delle tribune.

Anche nel caso che non fosse possibile fare stadio semi-interrato si potrebbero realizzare delle montagnole alberate per accesso a circa meta livello delle tribune ;cio’ diminuirebbe
impatto ambientale e si incrementa ancora di piu il verde di questa area ( again, tipo stadio olimpico di Monaco come riferimento ). La vicina fermata della tramvia permetterebbe un facile trasporto degli spettatori da tutta la citta’ o dai bus dei tifosi che potrebbero essere
parcheggiati addirittura all’interno dell’ autostrada La ferrovia che passa di lato al fosso Macinate durante le manifastazioni sportive o durante I concerti potrebbe essere utilizzata per un collegamento tramite uno “train shuttle” con un parcheggio da realizzarsi nella zona in prossimita’ degli svincoli del ponte all’ indiano.Il parcheggio potrebbe essere utilizzato anche nei normali giorni lavorativi con collegamenti alla stazione di porta al Prato e conseguentemente alla tramvia”

 

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
LucageoANTONIO FUSIfabio Recent comment authors
nuovi vecchi i più votati
fabio
Ospite
fabio

meglio le ex mulina cadono a pezzi, la tramvia tra poco ci passa accanto la ferrovia pure è vicino dell’autostrada e al ponte all’indiano.

ANTONIO FUSI
Ospite
ANTONIO FUSI

stupito da Guarino(già ieri i commenti sulla chiusura di radio s54…) …..comunque per lo tsadio fatto li sarebbe impatto devastante su un parco già con un sacco di problemi. tramvia insufficente per lo stadio… la ferrovia sarà tolta quella di porta a prato per la tramvia…. ma come si fa a dire queste idiozie……

Lucageo
Ospite
Lucageo

beh, alla fine è un’idea, neanche poi malvagia. Ho dei dubbi sulla realizzabilità, dato che verosimilmente bisogna superare anche il vincolo paesaggistico. Per il parziale interramento, va tenuto conto che la falda sta intorno ai 5 metri dal p.c., quindi si prospetterebbe una interferenza.
Più in generale, nutro forti dubbi sull’opportunità “socio-economica” di fare un nuovo stadio (al di là del costo di realizzazione, del vecchio stadio, poi, che se ne fa?). Ma questa è un’altra storia…. 🙂