Giornata api: donato alveare a Croce Rossa Firenze

In occasione della Giornata Mondiale delle Api, la startup agri-tech 3Bee dona al Comitato di Firenze della Croce Rossa un intero alveare, pari alla salvaguardia di circa 60.000 api in un anno e all’impollinazione di oltre 2,5 milioni di fiori, per una partnership volta alla protezione del pianeta e delle biodiversità.

La Croce Rossa di Firenze, si legge in una nota, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa di 3Bee, poiché le attività di sensibilizzazione sulla tutela del Pianeta e l’attenzione verso l’impatto dei cambiamenti climatici sono da anni argomenti fondamentali della strategia di intervento dell’Associazione. In particolare, la possibilità di effettuare visite con le famiglie presso l’apiario già da settembre, per raccontare il ruolo cruciale delle api nell’ecosistema mondiale anche ai più piccoli, sarà un’occasione per diffondere tra la popolazione una corretta informazione sull’importanza delle biodiversità.
Inoltre la partnership con 3Bee prevede un meccanismo di adozione degli alveari che restituirà il ricavato della startup – normalmente destinato al crowdfunding per la ricerca e sviluppo – in donazione al Comitato di Firenze.
Cosa succederebbe se le api, minacciate dai cambiamenti climatici e dall’uso massiccio dei pesticidi nelle coltivazioni, scomparissero? Le conseguenze per la biodiversità e la produzione alimentare sarebbero devastanti: secondo la FAO, grazie all’impollinazione “naturale” delle api, è possibile l’80% della produzione di frutta e verdura e il 50% della biodiversità del mondo. Gli studi evidenziano però come questi insetti impollinatori, in quasi 30 anni, siano diminuiti del 70%, con una conseguente riduzione della produzione di miele.
Solo in Italia, secondo i dati diffusi da Coldiretti, nell’ultimo anno, la produzione di miele è stata dimezzata, a causa delle anomalie climatiche.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments