Mar 16 Lug 2024

HomeToscanaCronacaFirenze: squadra mobile arresta in Turchia presunto capo cartello albanese narcotraffico

Firenze: squadra mobile arresta in Turchia presunto capo cartello albanese narcotraffico

L’uomo è stato rintracciato ad Istanbul, grazie, spiega una nota, a un lavoro di intelligence “nell’ambito dell’attività coordinata dal Servizio per la cooperazione internazionale di polizia con il segretariato generale di Interpol Lione, il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e la Sisco di Firenze”.

Dritan Rexhepi, 43 anni, albanese, ritenuto il presunto capo di un cartello albanese, ‘Kompania bello’ che avrebbe agito con i narcotrafficanti colombiani ed ecuadoregni, è stato arrestato in Turchia, dove si trovava da  latitante Lo rende noto la squadra mobile di Firenze che a suo tempo ha condotto l’operazione ‘Los Blancos’ che coinvolgeva il 43enne,  Grazie alla collaborazione tra “Autorità italiane e la Polizia turca, Polizia nazionale e Direzione centrale intelligence antidroga, coadiuvata dall’esperto nazionale per la sicurezza, è stato possibile addivenire al rintraccio” del pericolosissimo latitante”, tra i “più importanti criminali albanesi, noto in tutto il mondo”

“Arrestato e condannato a 16 anni di reclusione dal Tribunale di Firenze, è evaso dal carcere di Voghera nel 2011. Successivamente arrestato in Belgio per la commissione di molteplici rapine, è evaso nuovamente anche dal carcere belga. Nel 2014” l’arresto in Ecuador per traffico internazionale di stupefacenti: condannato a 13 anni di reclusione, “si è reso nuovamente irreperibile nel 2021, generando grande clamore in quella nazione, per le modalità che hanno permesso il suo allontanamento. Durante la sua detenzione nel carcere di Guayaquil è riuscito, mediante l’utilizzo di chat criptate, a costituire” il cartello “di narcotraffico albanese” Kompania Bello per “produzione, trasporto e distribuzione di ingentissimi quantitativi di cocaina, prodotti in Colombia, trasferiti in Europa e distribuiti con il marchio esclusivo ‘Bello'”.

Colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Firenze su richiesta della Dda fiorentina con l’operazione Los Blancos” è stato condannato in primo grado a 20 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)