Evade domiciliari per litigare con amico, arrestato

domiciliare

I carabinieri del nucleo radiomobile di Firenze hanno arrestato un 44enne che, ieri sera, è evaso dalla detenzione domiciliare per recarsi da un amico in albergo con cui ha poi avuto un grave litigio.

Verso le 21.15 di ieri sera, a seguito di una richiesta pervenuta sul numero di emergenza 112, un equipaggio dell’Arma è stato inviato presso un hotel di via Santa Reparata, dove era stata segnalata una violenta lite.

Il richiedente, l’addetto alla reception dell’albergo, ha riferito che poco prima aveva consentito ad un loro cliente di poter ricevere, per poche ore, un conoscente in camera, che appena giunto aveva lasciato la carta di identità per permettere le operazioni di registrazione.

Dopo alcuni minuti, il portiere ha udito una forte discussione provenire dalla camera, da dove, pochi istanti più tardi, è uscito il cliente, con una vistosa ferita sulla testa: ha lanciato le chiavi sul bancone della reception e, inseguito dal suo ospite ha lasciato in albergo il documento d’identità.

I militari hanno eseguito gli accertamenti nella banca dati mediante i dati registrati e quelli riportati sulle carte d’identità, verificando che il presunto aggressore in realtà doveva trovarsi presso la sua abitazione, poichè sottoposto alla detenzione domiciliare in esecuzione di una pena di due anni per reati in materia di sostanze stupefacenti.

Un altro equipaggio, che si era recato presso il domicilio del 44enne, lo ha trovato regolarmente in casa: è stato tuttavia riconosciuto come l’uomo che poco prima aveva avuto il violento alterco con il cliente dell’albergo.

L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di evasione e sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata di oggi.

avatar