Direttore Archivio Arezzo: noi non informati pericolo argon

Archivio stato Arezzo

Lo ha detto Claudio Saviotti direttore dell’Archivio di Stato di Arezzo indagato per la morte dei colleghi Piero Bruno e Filippo Bagni durante la conferenza stampa del ministro dei Beni e delle attività culturali Alberto Bonisoli in visita all’Archivio.

“I colleghi sono morti perché nessuno ci aveva informato sulla pericolosità dell’argon”. Lo ha detto Claudio Saviotti direttore dell’Archivio di Stato di Arezzo indagato per la morte dei colleghi Piero Bruno e Filippo Bagni durante la conferenza stampa del ministro dei Beni e delle attività culturali Alberto Bonisoli in visita all’Archivio.

“Volevo ringraziare tutti i dipendenti dell’Archivio che hanno consentito di tenere aperta la struttura seppur distrutti dal dolore ma soprattutto sotto organico – ha ripreso -. Se anche arrivassero soldi qui non saprei come fare ad investirli perché non ci sono persone sufficienti a gestire l’Archivio”. Il direttore ha insistito sulla necessità di investire in sicurezza. “Inutile investire in impianti antincendio se non viene spiegato bene come funzionano. Sono da poco direttore ma da 40 anni lavoro qui – ha concluso -. La storia della sicurezza dell’impianto è stata sottostimata in termini informatici”.

Particolare che il ministro Bonisoli ha assicurato “non verrà trascurato perché fondamentale”. Il ministro Bonisoli ha poi incontrato i dipendenti.

avatar