Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 13 gennaio 2022

Controradio Infonews
©Controradio
Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 13 gennaio 2022
/

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’

CONTRORADIO INFONEWS – Picco di decessi da tra i pazienti Covid registrati ieri in Toscana. A fronte di un numero di contagi sulle 24 ore piu’ ‘contenuto’ rispetto agli altri giorni sono stati 34 i decessi. Si tratta di 19 maschi e 15 donne. eta’ media di 80,5 anni. La Regione Toscana rende inoltre noto che da una verifica effettuata nell’ambito territoriale di Livorno sono stati individuati altri 37 pazienti con Covid deceduti nell’arco di 6 mesi, dal 15 giugno al 6 gennaio, non comunicati. Si tratta di 26 uomini e 11 donne con eta’ media 78,6 anni.

CONTRORADIO INFONEWS – L’ipotesi di non conteggiare gli asintomatici tra i nuovi casi positivi di Covid “va nella direzione per la quale in Toscana abbiamo fatto le tre ordinanze di semplificazione”. Cosi’ il presidente della Toscana, Eugenio Giani.
CONTRORADIO INFONEWS – Anche per la giornata di oggi a causa di malattie e quarantene legate al Covid che stanno interessando anche molti conducenti, sono previste riduzioni ai servizi urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane in tutto il territorio regionale. In questo momento sono 684 le assenze causate, direttamente o indirettamente, dalla Pandemia Covid-19.
CONTRORADIO INFONEWS – Sei bandi ancora aperti e un settimo che lo sara’ da lunedi’ 17 gennaio. C’e’ ancora tempo, si spiega dalla Regione Toscana, per richiedere ristori da parte di chi, nel 2020, ha patito perdite e cali di fatturato prima per il lockdown e poi per le restrizioni e la crisi innescata dalla pandemia da Covid-19. Gli avvisi riguardano le imprese turistiche dei comprensori sciistici, i maestri e le scuole di sci, i bus turistici, gli stabilimenti termali, chi lavora nel vasto settore dei matrimoni e degli eventi privati e chi opera, artigiano o impresa, a supporto dell’allestimento di fiere, convegni ed eventi pubblici.
CONTRORADIO INFONEWS – Numerosi attestati di condanna per la scritta apparsa a Lastra a Signa contro la sindaca Angela Bagni, a cui viene manifestata solidarieta’. “No ad attacchi subdoli, si’ al confronto democratico. I responsabili vengano puniti”, afferma il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo. “Violenza verbale e sessismo, c’e’ il massimo della bassezza nelle scritte ingiuriose e offensive rivolte in queste ore alla sindaca Bagni. A lei la massima solidarieta’ mia e di tutte le sindache e i sindaci dei Comuni aderenti ad Ali Toscana”, afferma Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli e presidente regionale di Ali – Legautonomie della Toscana. Solidarieta’ anche dal presidente della Regione e dall’assessorea Nardini.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments