Mar 23 Lug 2024

HomeToscanaCronacaCi lascia Dalida Angelini, la prima segretaria della Cgil Toscana

Ci lascia Dalida Angelini, la prima segretaria della Cgil Toscana

Ci lascia Dalida Angelini, fu la prima donna segretaria della Cgil Toscana – E’ morta, sabato notte all’ospedale di Lucca, per una malattia Dalida Angelini, 65 anni da compiere, già segretaria di Cgil Toscana, prima donna a occupare la carica. A darne notizia la Cgil toscana. La camera ardente sarà allestita oggi dalla mattina alla sera alla Camera del lavoro di Lucca in viale Luporini, i funerali saranno martedì alle 10 a Ripa, frazione di Seravezza.

Dalida Angelini, nata a Lucca il 28 novembre 1958, aveva iniziato a lavorare nella sua Viareggio prima come impiegata poi come cameriera e bagnina, con presto in tasca la tessera della Cgil. Nel 1981 aveva cominciato il servizio nella Cgil di Viareggio, passando presto all’ufficio vertenze confederale e poi a quello della Filcams, categoria di cui diventa segretario comprensoriale in Versilia. Dopo una esperienza come segretario generale di Filcea, Filtea e Flai, a inizio anni Novanta fu la prima donna ad entrare nella segreteria confederale della Cgil di Lucca. Nel 1992 diventa segretario generale della Filcams della Versilia, poi segretario generale della Filcams dell’intera provincia di Lucca: nel 1996 fu tra gli artefici del primo capitolato in Italia sugli appalti di servizi, firmato dai sindacati locali con la prefettura di Lucca. Nel 2000 Angelini si spostò dalla Versilia a Firenze, per entrare nella segreteria della Filcams regionale con la delega ad organizzazione ed appalti. Dal 2003 al 2010 occupò la carica di segretario generale della Filcams Toscana: “in questo periodo – ricorda il sindacato -, la categoria superò i 40mila iscritti segnando un risultato regionale mai ottenuto prima”.

Sempre nel 2010 il salto nella segreteria regionale di Cgil Toscana: nel primo anno si occupò di politiche sociosanitarie, poi ebbe le deleghe sull’organizzazione. Dal 2015 al 2023 l’incarico di segretaria generale di Cgil Toscana.

“Siamo straziati dal dolore, perdiamo un’amica, una compagna speciale, una donna che ha dedicato al sindacato la sua vita, sempre dalla parte di lavoratori e lavoratrici, sempre a difesa dei diritti delle donne – sono le parole di Rossano Rossi, che le è succeduto come segretario generale di Cgil Toscana, a nome di tutta l’organizzazione -. Esprimiamo vicinanza alla sua famiglia, ai suoi cari e a tutti quelli e quelle che le hanno voluto bene e l’hanno apprezzata. Dalida per noi è stata una colonna, era una forza della natura, una militante appassionata, una sindacalista competente che ha ottenuto importanti risultati in qualsiasi carica abbia occupato, fino a diventare una delle personalità più importanti della vita pubblica toscana. Saranno sempre con noi la sua ironia, la sua simpatia, la sua schiettezza, la sua grande umanità, il suo modo pragmatico di risolvere le questioni, il suo essere diretta. Ci lascia un vuoto enorme che proveremo a riempire continuando la nostra attività nel solco e nell’esempio di valori e passioni che ci ha lasciato in eredità. Dalida sarà sempre con noi e non la dimenticheremo mai”.

“Con Dalida se ne va un esempio di integrità, di impegno e passione, che ha trascinato tutti noi. Sconvolto e profondamente addolorato, mi stringo ai suoi familiari e ai suoi cari ed esprimo le condoglianze di tutta la giunta toscana”. Così il presidente Eugenio Giani alla notizia della scomparsa di Dalida Angelini.

“La notizia della scomparsa di Dalida Angelini ci lascia attoniti e riempie di vero e grande dispiacere tutta la Cisl Toscana.” A dirlo è il segretario generale Cisl Toscana, Ciro Recce. “Voglio esprimere il più profondo cordoglio, mio personale e di tutta la Cisl, agli amici della Cgil e alla famiglia di Dalida – aggiunge Recce -. Abbiamo avuto modo di affrontare insieme, gomito a gomito, tante vicende e di apprezzarne le qualità umane e professionali. Una persona sempre corretta nel confronto e con cui abbiamo sempre potuto lavorare bene e in modo proficuo. Che la terra ti sia lieve, Dalida”.

A Dalida Angelini voglio dire grazie. Grazie per gli anni di instancabile lotta a difesa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e per l’impegno profuso come segretaria regionale della Cgil. Tutta la comunità democratica abbraccia la famiglia e tutte le persone care.” Così Emiliano Fossi, segretario del Pd toscano, appresa la notizia della scomparsa di Dalida Angelini, prima donna segretaria regionale del Pd Toscano, scomparsa la notte scorsa.

Attestati di cordoglio e vicinanza alla famiglia da molti esponenti del mondo politico, istituzionale e sindacale toscano.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)