Al cinema con Palazzo Strozzi

Quattro capolavori del cinema italiano degli anni ’50-’60 per accompagnare la mostra “Nascita di una nazione”. Ogni lunedì, ore 21, ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili,  un evento speciale al Cinema Odeon di Firenze, che in collaborazione con la Fondazione Palazzo Strozzi, presenta il ciclo “Al Cinema Odeon con Palazzo Strozzi”: quattro capolavori per altrettanti grandi autori del cinema italiano che attraverso i loro film hanno saputo raccontare caratteri, contraddizioni e visioni del nostro paese tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Dopo la proiezione di “SENSO” di Luchino Visconti, il prossimo appuntamento è per lunedì 14 maggio con DESERTO ROSSO di Michelangelo Antonioni. Una donna, traumatizzata da un grave incidente d’auto, non riesce più a ritrovare se stessa, né nella vita matrimoniale né al di fuori di essa. In questo film di Antonioni, come negli altri, più che la trama vera e propria contano i personaggi e le situazioni; ancora una volta esaminati con la lucidità tipica del regista.

Si prosegue Lunedì 21 Maggio (ore 21.00) con  LA DECIMA VITTIMA di Elio Petri. A Roma in un futuro prossimo tutte le guerre sono state abolite e l’aggressività umana viene sfogata in un grande gioco di società: la caccia all’uomo. Si affrontano Caroline, americana efficientista nata da una fecondazione artificiale, che ha già ucciso 9 cacciatori, e Marcello, pigro romano, preoccupato per i suoi guai familiari (non va d’accordo con la moglie né con l’amante, e deve tenere nascosti in casa gli anziani genitori, in quanto cittadini inservibili. Fra un duello e l’altro, il marketing pubblicitario sponsorizza la caccia e la riprende in diretta. Un surreale gioco di società tra assassini e vittime, per uno dei più originali film di Elio Petri, sospeso tra commedia e fantascienza.

Infine Lunedì 28 Maggio (ore 21): TEOREMA di Pier Paolo Pasolini. In una famiglia dell’alta borghesia milanese giunge, annunciato da un telegramma, un misterioso giovane. Questi ha rapporti sessuali con tutti i componenti della famiglia – padre, madre, figlia, figlio e domestica – che iniziano a comportarsi in maniera insolita e bizzarra. Teorema viene realizzato nel cuore del Sessantotto e ne subisce (apparentemente) tutte le vicissitudini sociali, politiche e ideali, ma è soprattutto un film sull’impatto del Sacro su una società ormai de-sacralizzata e de-mitizzata come quella che la borghesia prepara all’interno della cultura italiana di quegli anni (e i cui esiti si vedranno meglio in futuro).

Cinema Odeon | Piazza Strozzi | Firenze

Tel. 055-214068

www.odeonfirenze.com

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments