Gio 20 Giu 2024

HomeToscanaCronaca🎧Gli studenti per la Palestina presentano una mozione al rettorato di UNIFI

🎧Gli studenti per la Palestina presentano una mozione al rettorato di UNIFI

Logo Controradio
www.controradio.it
🎧Gli studenti per la Palestina presentano una mozione al rettorato di UNIFI
Loading
/

Il Senato Accademico di UNIFI sta discutendo la mozione presentata dagli studenti dell’universitĂ  di Firenze col sostegno delle altre componenti che hanno preso parte alla mobilitazione in piazza, collettivi e dottorandi della Scuola Normale e dell’Istituto Europeo. L’ Acampada continuerĂ  fino a quando non verranno date “risposte concrete” alle richieste degli studenti.

Audio: studenti universitari e dottorandi dell’Acampada

Da sei giorni studenti e sostenitori della causa palestinese si sono accampati con delle tende in Piazza San Marco, creando un presidio permanente ma anche uno spazio di scambio politico e culturale, sulla scia dell’onda di manifestazioni di questo tipo che sta coinvolgendo le università d’Italia e di  tutto il mondo. 

Stamattina è stata organizzata una manifestazione di fronte al Rettorato di UNIFI, mentre viene discussa al Senato Accademico una mozione presentata dagli studenti e le studentesse con il sostegno di altre componenti che hanno preso parte alla piazza.  

La mozione presenta due richieste formali:

-Una presa di posizione contro il genocidio palestinese e contro l’invasione di Rafah

-L’istituzione di una commissione che valuti e che eventualmente interrompa gli accordi che l’universitĂ  di Firenze intrattiene con Israele, le universitĂ  israeliane e con tutte le aziende che hanno rapporti economici con Israele, come l’azienda Leonardo. 

In particolare la questo secondo punto è anche: “una risposta alle critiche che sono state mosse agli studenti, quelle di essere contro il pensiero critico, di impedire lo  scambio tra culture o anche accuse di antisemitismo, infatti non si chiede un’interruzione dei rapporti con le universitĂ  israeliane a prescindere, ma solo con quelle che non abbiano preso posizione contro il genocidio, o non abbiano chiesto un cessate il fuoco, o che abbiano mostrato un sostegno attivo al governo, visto che sono tante quelle ad essersi mobilitate.” 

Gli studenti continueranno la mobilitazione in piazza fino a quando non otterranno delle “risposte concrete”. Una data importante sarĂ  giovedĂŹ 23 perchĂŠ a Roma si terrĂ  la riunione della CRUI (La conferenza dei rettori delle universitĂ  italiane). Si chiede quindi alla rettrice di Firenze di portare le loro richieste per attualizzarle in linea con altre universitĂ  italiane in mobilitazione. 

 

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)