Turismo vaccinale, per tornare a viaggiare?

turismo vaccinale

Molte persone negli USA, ma il fenomeno del turismo vaccinale non è limitato ai soli Stati Uniti, si stanno spostando verso Stati in cui la campagna vaccinale è a uno stadio avanzato oppure gratuita.

Negli Stati Uniti, dove la campagna vaccinale è affidata ai singoli Stati ed è in corso oramai da alcune settimane, sta iniziando a verificarsi un fenomeno inatteso: quello del turismo vaccinale. La pratica consiste nello spostarsi verso Stati in cui è prevista la somministrazione gratuita o accessibile a determinate categorie di cittadini a rischio, come in New Jersey e in Florida.

Nelle code fuori dai centri vaccinali in Florida sono stati incontrati anche cittadini di altri Paesi, tra cui Canada, Brasile e Argentina, che si trovano lì perché possiedono una seconda casa nello Stato. Secondo il Guardian, circa 50000 dosi sono state somministrate a turisti o possessori di seconde case over 65 in Florida. La cifra consiste nel 3,5% del totale di persone vaccinate entro la fine di gennaio ma è bastata a suscitare critiche da parte del Governatore Repubblicano e Sindaco di Miami Ron DeSantis. Il Sindaco ha annunciato maggiori controlli sul turismo vaccinale dato che molti residenti non hanno ancora ricevuto la prima dose.

Ad aver avuto per prima l’idea del turismo vaccinale sembra essere stata l’agenzia di viaggi indiana Gem Tours & Travels, che offriva pacchetti di viaggio verso New York al prezzo di 2000 euro che includevano la possibilità di vaccinarsi. Il fenomeno dovrebbe essere rallentato da quando l’India ha iniziato la propria campagna vaccinale il 16 gennaio e mostra già risultati incoraggianti.

Il servizio di concierge di lusso inglese “Knightsbridge Circle” offre dei pacchetti di viaggio dal Regno Unito verso gli Emirati Arabi Uniti dove dal 31 gennaio è stato reso disponibile il vaccino cinesi di Sinopharm. Il pacchetto da parte di un abbonamento annuale al servizio che costa circa 25000 sterline.

Cuba si è offerta di vaccinare contro il Covid-19 tutti i turisti che visitano l’isola dopo aver completato le prove di fase 3. Le sperimentazioni della fase 3 del vaccino Soberana 02 inizieranno a marzo e saranno condotte dall’Istituto Finlay. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sta monitorando lo sviluppo del vaccino.

Vicente Vérez, direttore dell’Istituto Finlay, ha sottolineato che il vaccino Soberana 02  ha finora dimostrato una potente risposta immunitaria. Vérez ha poi insistito sul fatto che l’offerta di vaccinare i turisti è nell’interesse della salute globale piuttosto che essere puramente motivata finanziariamente.

“Non siamo una multinazionale in cui lo scopo finanziario è la ragione numero uno, il nostro obiettivo è creare più salute”, ha detto. Secondo l’agenzia di stampa statale Prensa Latina, il Finlay Institute è in procinto di produrre 100 milioni di dosi che soddisferanno sia le esigenze del paese che dei paesi interessati all’acquisto del vaccino.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments