TREEDOM: CRESCE L’AZIENDA CHE ‘PIANTA GLI ALBERI’

TREEDOMTreedom, azienda fiorentina che permette di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha chiuso il primo round di finanziamento in aumento di capitale raccogliendo 2,45 milioni di euro.

L’operazione, secondo l’azienda, è finalizzata al perseguimento di obiettivi di crescita “sia in ambito download (1)corporate sia consumer, non solo a livello locale ma anche attraverso un processo di internazionalizzazione del brand”. All’aumento di capitale hanno aderito il Club deal capitanato da Ersel, Antonello Manuli holdings, Rancilio Cube, i membri dello U-Start Club, l’investitore istituzionale Banca Sella Holding tramite Sella Ventures e altri investitori privati.

Dalla fondazione (2010) a oggi Treedom può vantare oltre 319.000 alberi piantati, circa 70.000 utenti fra persone e aziende, 18.700 contadini coinvolti in Africa, America Latina e Italia e la certificazione di B Corp.

Treedom è l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. Tutti gli alberi vengono piantati direttamente da contadini locali e contribuiscono a produrre benefici ambientali, sociali ed economici
Ogni albero di Treedom ha una pagina online, viene geolocalizzato e fotografato, può essere custodito o regalato virtualmente a terzi. Grazie a queste caratteristiche, l’albero di Treedom coinvolge le persone ed è al tempo stesso uno strumento di comunicazione e marketing per aziende.

Mission: neutralizzare le emissioni di CO2 di eventi, imprese ed individui, promuovendo e realizzando progetti di riforestazione in tutto il pianeta; offrire alle imprese una serie di servizi per affermare la propria responsabilità sociale ed ambientale, contribuendo così a rafforzare l’immagine dei loro brand; sensibilizzare gli individui sulle tematiche ambientali, grazie ad un sistema innovativo e trasparente che permetta loro di partecipare direttamente alla salvaguardia del pianeta; promuovere lo sviluppo sostenibile ed apportare benefici sociali nei siti di progetto, attraverso il coinvolgimento diretto delle comunità locali.

 

avatar