Rientro in aula per alcuni studenti fiorentini

ripartenza a settembre

Lunedì 22 febbraio era il giorno individuato da UniFi per il rientro in aula di parte degli studenti dell’ateneo.

L’università degli Studi di Firenze aveva dato avviso che da oggi, lunedì 22 febbraio, sarebbe stato possibile il rientro in aula per una parte del corpo studenti delle facoltà di Economia e Scienze Politiche. L’ingresso avviene per scaglioni a partire dalle 8.10 e previa prenotazione sul sito dell’Università di Firenze.

A causa delle ulteriori restrizioni dovute all’ingresso della toscana nella Zona Arancione nel periodo tra l’annuncio e oggi, la possibilità di seguire le lezioni in presenza è stata concessa solo alle matricole dei corsi di laurea triennale, magistrale e ciclo unico dell’Università di Firenze. Per gli studenti degli altri anni e della altre facoltà il rientro in aula è ancora rimandato.

L’Università attendeva da tempo il rientro in aula dato che dall’inizio dell’ultimo anno accademico non è stato possibile fare neanche un giorno di didattica in presenza. Per l’Università di firenze questo è stato anche un anno molto soddisfacente sotto il punto di vista delle immatricolazioni, oltre diecimila, il dato più alto dell’ultimo ventennio. Il numero conferma la tendenza degli studenti universitari a scegliere di iscriversi alle facoltà della propria area di residenza, nonostante la didattica da remoto.

Per gli studenti che hanno deciso di seguire le lezioni in aula, la giornata di oggi rappresenta anche la prima occasione per incontrare di persona i propri colleghi e i professori. Alcuni studenti, intervistati da Controradio fuori dagli edifici del polo di Novoli, hanno confermato la loro soddisfazione per la possibilità di frequentare alcune lezioni dal vivo e, nonostante alcune mancanze dovute alle restrizioni, riconoscevano i meriti dell’Università nell’offrire ai propri iscritti gli strumenti adeguati per proseguire la didattica.

Altri invece, che abitano nelle residenze universitarie, lamentavano inefficienze nei servizi offerti dalle strutture e fondamentali per usufruire della didattica a distanza, come una connessione stabile che ha occasionalmente impedito lo svolgimento degli esami.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments