PORTA ROMANA. SOSPENSIONI ANNULLATE. MARTEDì EVENTUALI ALTRE SANZIONI.

porta romana(Audio) Firenze –
Le sospensioni, comminate dalla preside dopo l’occupazione del liceo artistico, sono state annullate dal Consiglio di istituto che si è tenuto ieri. Comincerà adesso un’istruttoria per decidere quale tipo di sanzione applicare. Rinvio al 22 di dicembre quando si svolgerà il Consiglio d’Istituto apposito.
La preside che inizialmente sembrava contraria alla ripresa regolare delle lezioni per i ragazzi fino a martedì, alla fine avrebbe deciso che i ragazzi oggetto di istruttoria seguiranno la didattica normalmente fino al 22 quando nel pomeriggio ci sarà poi il consiglio d’istituto.
La preside ha ricevuto una delegazione dei genitori tra cui la rappresentate dei genitori all’interno del Consiglio, durante il quale i genitori avrebbero cercato di fare capire alla presenza che la situazione sta degenerando fomentando un clima controproducente per la scuola e i ragazzi. Anche perché in contemporanea continuano ad essere notificate le denunce penali ai minorenni, al ritmo di 1-2 notifiche al giorno per interruzione di pubblico servizio.

GLI AGGIORNAMENTI DA ROBERTO DAMONTI genitore di uno dei ragazzi coinvolti. 151218_BELLAVISTA_ROBERTO DAMONTI_IST. ARTE

Ma facciamo un passo in dietro

Dopo la fine dell’occupazione del liceo artistico di Porta Romana sarebbero partiti provvedimenti istruttori disciplinari nei confronti di una trentina di studenti che avevano occupato e partecipato all’incontro col Sindaco Nardella.
Negli ultimi giorni sono state notificate sospensioni anche di 21 giorni, a decorrere da oggi.
Questo avrà ripercussioni sul percorso scolastico e sulla possibilità di accedere agli esami di maturità.
“Sanzione eccessiva e indirizzata ad una minima parte degli occupanti – afferma uno dei genitori questa mattina in collegamento a Bella Vista – oltre a questo ci risulta che sarebbero state notificate ad alcuni ragazzi anche denunce per interruzione di pubblico servizio presentate al termine dell’occupazione dalla dirigente scolastica”. Alcuni genitori che ci hanno segnalato il caso parlano di istituzione scolastica particolarmente “rancorosa e vendicativa” nei confronti di ragazzi che in realtà hanno messo in luce problematiche reali della struttura.
Il Collettivo degli studenti ha consegnato al Sindaco una lettera di denuncia pubblica rispetto al percorso di confronto e condivisione che invece era stato avviato contestualmente alla fine dell’occupazione. Sono stati infine intrapresi i percorsi di contestazione degli atti.

Gli studenti dell’artistico avevano presentato a Nardella, che nell’occasione rappresentava la città Metropolitana, in quanto le scuole superiori non ricadono nella giurisdizione del Comune, una piattaforma in punti che era stata presa in esame nel dettaglio dal Sindaco insieme al Vice Sindaco Cristina Giachi e il Direttore generale della Città Metropolitana di Firenze Pietro Rubellini.
“E’ stato un confronto costruttivo – aveva commentato Nardella – Ci siamo rispettati, ascoltati, ma manteniamo una valutazione molto diversa rispetto al metodo dell’occupazione e riteniamo che ci siano altre forme più concrete, più incisive, più rispettose delle regole, per farsi sentire. Detto ciò, abbiamo cominciato a lavorare nel merito di questioni poste dagli studenti, prendendo in esame aspetti della disciplina delle attività scolastiche e strutturali, come l’assenza di una palestra e la necessità complessiva di ristrutturare l’immobile”.
Nardella aveva anche annunciato che il 24 novembre, in qualità di Sindaco metropolitano, avrebbe incontrato tutti i presidi dell’area di competenza “per affrontare insieme il tema degli investimenti sulle strutture” e in quella sede avanzerà una proposta.
Per parte sua la Metrocittà sta garantendo le dotazioni di legge al liceo artistico, ma la situazione può essere migliorata. Mentre è in cantiere la ristrutturazione dei servizi igienici dell’istituto, la Città metropolitana prende in considerazione il progetto avanzato dagli studenti per una palestra da realizzare con teli mobili.
Tra i rappresentanti degli studenti, accompagnati dalla Vice Preside Valeria Alberti, e le istituzioni erano stati aperti anche canali di comunicazione digitale per la segnalazione di progetti e proposte.
Tra gli studenti dell’Artistico c’erano anche i rappresentatni d’istituto, ed erano accompagnati dalla Vice Preside Valeria Alberti.

LEGGI ANCHE https://www.controradio.it/scuola-dal-liceo-di-porta-romana-occupato/

avatar