MESOTELIOMA + 300% A ROSIGNANO (LI). ONA “E’ IL FALLIMENTO DELLA SANITA’ PUBBLICA’

tar

mesotelioma

?Intervista all’avvocato Ezio Bonanni dell’ONA (Osservatorio nazionale sull’amianto) sull’incidenza del tumore sentinella dell’amianto. “Emergono per la Asl 6 di Livorno 192 decessi rispetto agli 80 attesi.

Un eccesso dovuto all’esposizione lavorativa ed ambientale in diversi siti del territorio: dal Porto di Livorno, ai cantieri navali alle industrie chimiche. Emerge la necessità di una maggiore tutela della salute attraverso la sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti e il controllo dell’esposizioni ad altri fonte cancerogene. Di fronte a questi dati, c’è un fallimento degli strumenti preventivi della sanità pubblico che dovrebbe almeno porre rimedio per il futuro”, afferma Bonanni.

I dati sono stati resi noti ufficialmente oggi dall’ONA e sono già oggetto di un ricorso alla Corte europea per i diritti dell’uomo. Dal 2001 al 2010 sono stati censiti 24 decessi (sei femmine e 18 maschi) rispetto agli otto attesi (due femmine e sei maschi).

 “L’Ona – afferma il presidente della onlus, l’avvocato Ezio Bonanni – ha già da tempo chiesto l’adozione di presidi di prevenzione primaria (evitare ogni forma di esposizione), secondaria (attivare dei controlli sanitari nei lavoratori e cittadini esposti per la diagnosi precoce) e terziaria (puntuale costituzione di rendita Inail, prepensionamento e risarcimento dei danni). Tutte le richieste Ona formulate alle autorità non hanno ottenuto riscontro. Conseguentemente l’associazione ha già formalizzato il ricorso alla Corte europea per chiedere la condanna della Repubblica italiana per la mancata adozione di concrete misure per limitare l’incidenza epidemiologica delle patologie asbesto correlate in Rosignano e in tutto il comprensorio. 

L’Ona torna a chiedere che in ambito comunitario si sanzioni l’Italia anche per l’operato della Regione Toscana e del Comune di Rosignano.
Si vuol anche obbligare lo Stato all’adozione di strumenti legislativi e tecnico normativi per preservare il territorio del comune di Rosignano e delle zone limitrofe rispetto al rischio amianto e degli altri agenti patogeni e cancerogeni. “Rosignano è ai primi posti in Italia per i casi di mesotelioma in rapporto alla popolazione, e il trend è tale anche per le altre patologie tumorali“.

ascolta l’intervista a cura di D. Guarino

160122_03_AVVOCATO BONNNI ONA. INTERVISTA DI D. GUARINO

LEGGI ANCHE
http://iltirreno.gelocal.it/cecina/cronaca/2014/10/19/news/mesotelioma-boom-di-casi-in-provincia-1.10147722

avatar