MDP, ROSSI: CHIUSO CON IL PD MA NON SONO AVVERSARI

rossi spinelli mdp pd Nato il gruppo MDP (Movimento Democratici e Progressisti) in consiglio regionale. Oltre al presidente Rossi la consigliera ex Pd Spinelli.

“Oggi abbiamo chiuso i rapporti con il Pd”, con il quale “continueremo a collaborare. In Toscana siamo una maggioranza costituita da un grande gruppo del Pd e uno piccolo, il nostro, di Articolo 1-Mdp. Come presidente della Regione avrò rapporto con entrambi i gruppi della coalizione”. Lo ha detto il presidente della Toscana Enrico Rossi, presentando oggi il nuovo gruppo Mpd in Consiglio regionale, formato dal governatore insieme all’ex consigliere Pd Serena Spinelli.

“I sondaggi dicono che c’è spazio per una forza di sinistra e plurale in cui convergono esperienze, gruppi, associazioni e che potrebbe essere significativa dal punto di vista elettorale e contribuire a rafforzare il centrosinistra” specie “in uno scenario in cui si impone il ritorno al proporzionale, e quindi c’è bisogno di
partiti che abbiano un’identità e un programma più definiti” – ha detto il presidente della Regione presentando il nuovo gruppo. “Vogliamo fare una cosa molto aperta – ha aggiunto – che consenta il massimo della partecipazione e con modalità che impediscano una calata dall’alto dei programmi. Siamo nella fase di stato nascente e i segnali ci dicono che le cose si stanno muovendo”.

Oggi, ha detto ancora, “si conclude il mio rapporto con il Pd. Un rapporto quasi trentennale”.  In Toscana, ha aggiunto, “era già avvenuta una scissione di una parte importante del popolo della sinistra dal Pd a guida Renzi, come testimoniano una serie di sconfitte a livello locale. A questa gente noi guardiamo, ma anche a pezzi importanti della società civile che non sono soddisfatti delle politiche del Pd. E soprattutto guardiamo ai giovani”.  Secondo Rossi “con il passare dei giorni aumentano le adesioni importanti a Mdp nei consigli comunali e anche da parte dei cittadini. Voglio ribadire che in generale il nostro avversario non è il Pd, a livello locale e nazionale. Anzi a livello toscano la costruzione di una forza di sinistra può dare un contributo alla tenuta del centrosinistra in questa regione”. Del resto “l’approvazione del Piano regionale di sviluppo” da parte del Consiglio regionale e con il voto del Pd, “che io ho controfirmato, è il segno che si può andare avanti e bene”, ha concluso.

“Oggi anche in Consiglio regionale diamo vita a un percorso politico per recuperare tanti obiettivi che in questi anni sono stati disattesi. Puntiamo ad essere una forza aperta e plurale che coincida con il massimo della partecipazione e che dialogherà con gli altri soggetti del centrosinistra, con il Pd. Vogliamo però ritrovare tutti coloro che in questi anni si sono sentiti abbandonati dalle scelte del Pd, che non si sono sentiti coinvolti e rappresentati”. Lo ha detto il consigliere regionale ex Pd Serena Spinelli, presentando oggi il nuovo gruppo Articolo 1-Mdp in Consiglio regionale della Toscana, di cui farà parte in veste di capogruppo, insieme al governatore toscano Enrico Rossi. “Costruiamo una forza di sinistra dai contenuti e dai connotati più chiari e più utili a quel pezzo di cittadinanza che ha bisogno di giustizia sociale, di lavoro, di diritti civili”, ha aggiunto. Secondo Spinelli “dobbiamo tornare a coinvolgere quel pezzo di società, organizzata e non, che chiede di essere ascoltata e a cui dobbiamo dare risposte, una su tutte ricordo la piaga della disoccupazione giovanile. Una piaga che non si risolve coi bonus o con incentivi a termine ma che ha bisogno di politiche e investimenti seri e di lungo respiro”.

Commenta la notizia

avatar