Le donne sono state colpite più duramente dalla pandemia

Firenze
@imagoeconomica

Le donne sono state colpite più duramente dalla pandemia e dallo stravolgimento degli equilibri familiari, secondo un sondaggio Eurodap.

Le donne sono state colpite maggiormente dalle restrizioni dovute alla pandemia. Un sondaggio promosso da EURODAP, Associazione Europea per il Disturbo da Attacchi di Panico, ha dimostrato che le donne sono state colpite in proporzione più duramente degli uomini dallo smart-working, la didattica a distanza e la generale riorganizzazione della routine.

Per il 73% delle donne la pandemia ha complicato la vita, aumentando gli impegni e lo stress. La principale causa di stress è stato l’aumento del carico di lavoro. Lo smart-working, da un lato utile e funzionale, ha quasi annullato l’interazione con i colleghi, ha obbligato a una continua reperibilità lavorativa abbinata alle distrazioni provocate dagli obblighi familiari. Tutto questo ha elevato il livelli di stress sopra la soglia abituale.

Il cambiamento dello stile di vita ha colpito anche le casalinghe. Il 63%, inoltre, lamenta l’impossibilità di trovare del tempo per sé stessa e, per il 45%, risulta impossibile riuscire a far fronte a tutti gli impegni giornalieri.

Eleonora Iacobelli, psicoterapeuta e presidente di EURODAP, ha spiegato che “la pandemia ha creato inevitabilmente squilibri, disagi e pressioni che hanno modificato il nostro modo di vivere e, in questo scenario, il ruolo che si è trovata a rivestire la donna non è da sottovalutare. La necessità di gestire le nuove dinamiche relazionali e familiari che si sono presentate, dal lavoro alla cura dei figli e della casa, ha portato le donne ad accumulare stati di stress e ansia e ad adattarsi a una nuova quotidianità, dove mitigare sentimenti come tristezza, depressione e paura rischia di passare pericolosamente in secondo piano”.

Iacobelli ha poi aggiunto che “lo smart-working e, in alcuni casi, la perdita del lavoro” – dalle statistiche Istat, nell’ultimo anno 99mila donne hanno perso il lavoro – “hanno contribuito ad aumentare il tempo che le donne passano in casa”. Dunque, “se già in passato gestire tutti i differenti aspetti della vita costituiva una delle problematiche principali della donna, – conclude l’esperta – ora è diventato ancor più complicato”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments