L’Australia ha confermato l’estinzione di 13 specie animali

Australia - estinzione

Il Governo australiano ha confermato l’estinzione di 13 ulteriori specie animali indigene, tra cui 12 mammiferi e un rettile.

L’estinzione di 13 specie animali indigene è stata ufficializzata dal Governo australiano. Tra queste, il rettile dell’Isola di Natale, il primo rettile australiano a estinguersi dai tempi della colonizzazione europea, e 12 mammiferi.

L’aggiunta di queste specie conferma il primato negativo dell’Australia come Paese con il maggior tasso di estinzione di mammiferi al mondo. Il conteggio aggiornato è di 34 specie di mammiferi completamente estinte. Suzanne Milthorpe, della Wilderness Society, ha detto che “non esiste alcun paese, ricco o povero, che si avvicina a questo record”. Al secondo posto di questa particolare classifica si trova Haiti, con un totale di 9 specie di mammiferi estinti.

John Woinarski, biologo della conservazione e professore alla Charles Darwin University che ha aiutato nel censimento delle specie animali estinte, ha detto: “Questo fatto è un’occasione di riflessione. L’estinzione è una possibilità realistica ogni volta che una specie viene inserita nella lista ‘a rischio’ se non viene fatto abbastanza per salvarla”.

Woinarski ha detto che la causa più plausibile della loro estinzione sono i felini selvatici, anche se le volpi introdotte dall’uomo, la distruzione degli habitat e gli incendi possono aver contribuito. Il professore ha però denunciato anche l’inattività del Governo, che nel caso dell’estinzione del pipistrello dell’Isola di Natale, ha ignorato gli indicatori del rapido declino della specie.

Il Governo si è difeso rivendicando di aver devoluto più di 535 milioni di dollari a progetti per le specie a rischio e alle comunità ecologiche dal 2014. Inoltre, ha ribadito l’impegno nel favorire il recupero dei territori colpiti dai recenti incendi.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments