In Spagna si sperimenta la settimana lavorativa di 4 giorni

Confindustria Firenze denuncia segretaria smart working - settimana lavorativa 4 giorni
copyright: imagoeconomica

Il Governo spagnolo ha approvato la proposta del partito di sinistra Mas Paìs di ridurre a la settimana lavorativa a 4 giorni.

La Spagna potrebbe presto diventare uno dei primi paesi al mondo a sperimentare una nuova forma di settimana lavorativa. L’annuncio di approvazione del Governo alla proposta del partito di sinistra Mas Paìs di ridurre la settimana lavorativa a 4 giorni potrebbe segnare un cambiamento epocale nell’organizzazione del lavoro e nella gestione del personale.

Iñigo Errejón di Más País ha annunciato su Twitter che si tratta di una proposta epocale. L’idea è dibattuta da molti anni. I sostenitori sono convinti che sia una soluzione all’aumento della produttività, comporti un miglioramento della salute mentale dei lavoratori e contribuisca a ridurre lo spreco energetico. La proposta è diventata ulteriormente rilevante in seguito ai dibattiti sul bilanciamento tra lavoro e tempo libero indotti dallo smart-working.

Errejón ha aggiunto che la “Spagna è uno dei paesi in cui si lavorano più ore al giorno in Europa ma allos tesso tempo non è tra i paesi più produttivi”. La conclusione alla quale è giunto è che la produttività non sia direttamente proporzionale alle ore lavorate.

Il Governo deve ancora pubblicare le linee guida dell’iniziativa ma Mas Paìs ha proposto di coprire i costi per le aziende che riducono la settimana lavorativa del 100% nel primo anno, 50% nel secondo e 33% nel terzo per incentivarle ad adottare la nuova misura.

Secondo le stime del partito, a queste condizioni parteciperebbero circa 200 imprese e sarebbero coivolti dai 3000 ai 6000 lavoratori. La speranza di Mas País è quella di replicare l’esperienza dell’azienda spagnola Software Delsol, che lo scorso anno ha implementato la settimana lavorativa da 4 giorni con un conseguente calo dell’assenteismo, aumento della produttività e soddisfazione dei lavoratori.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments