Gucci mette a disposizione i suoi negozi e uffici per vaccinare i dipendenti

Gucci
©Controradio

Gucci mette a disposizione le proprie sedi per la somministrazione dei vaccini ai suoi dipendenti.

L’azienda di moda Gucci ha annunciato la sua intenzione di mettere a disposizione le proprie sedi aziendali per la campagna di vaccinazione Covid-19 dei propri dipendenti. Gucci può fornire più di 6.000 sedi in Italia tra uffici, fabbriche e negozi.

A rendere nota l’iniziativa è la stessa casa di moda, spiegando che Gucci “prosegue nel suo impegno per contrastare gli effetti della pandemia aderendo all’iniziativa di Confindustria”. L’azienda sottolinea che “la tutela della salute dei dipendenti e la sicurezza dei luoghi di lavoro è per Gucci una priorità”. La decisione, si spiega ancora, “è in linea con quella del Gruppo Kering, che ha altresì dato disponibilità dei locali propri e di quelli degli altri marchi e aziende del Gruppo operanti in Italia”.

Marco Bizzari, Amministratore Delegato e presidente di Gucci, ha spiegato che “la pandemia ci ha messo di fronte a sfide inaspettate. Sin da subito abbiamo messo le persone al centro e avviato iniziative per tutelare la comunità in cui operiamo, i nostri dipendenti, i fornitori e offerto supporto al personale sanitario e alle comunità più vulnerabili. Con l’accelerare della campagna vaccinale, cresce il nostro impegno per il Paese dove Gucci è nata: l’Italia. Metteremo, con orgoglio, le nostre sedi a disposizione della campagna vaccinale”.

L’iniziativa, spiega Gucci, “è una naturale prosecuzione del Progetto prevenzione attiva, avviato nel luglio scorso in collaborazione con il prof.Andrea Crisanti”, le Università di Padova e Luiss di Roma e il Polo d’innovazione genomica genetica e biologia di Siena.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments