CYBERBULLISMO: COME DIFENDERSI COL PROGETTO HAPPYNET

cyberbullismo

Firenze – Speciale dedicato al bilancio del progetto realizzato dall’agenzia formativa For.Ed.A. Toscana con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e grazie al sostegno della Direzione Istruzione e del Quartiere 5 del Comune di Firenze.

Il progetto, che aveva come tema l’educazione all’uso dei media e il contrasto al cyberbullismo, era iniziato nel novembre 2016 e ha interessato alcune istituzione scolastiche del Quartiere 5 (istituto Comprensivo Gandhi, istituto comprensivo Poliziano, Istituto Comprensivo Amerigo Vespucci , Istituto Comprensivo “Rosai”). All’evento che si è tenuto nei giorni scorsi al teatro delle Spiagge, erano presenti le classi coinvolte nel progetto accompagnate dalle rispettive insegnanti. La mattinata si è aperta con il monologo scritto da Chiara Guarducci e recitato da Laura Cioni.
Ma i veri protagonisti sono stati gli studenti in quanto attori mediante la narrazione e la lettura delle loro considerazioni sull’esperienza, le proiezione degli spot anti-cyberbullismo realizzati da loro stessi e di un filmato che ha documentato le fasi salienti dei workshop svolti nelle rispettive classi.
Una giuria, composta dai formatori del percorso, ha premiato lo spot più efficace e rappresentativo del tema.

 

Ascolta lo speciale a cura di Chiara Brilli con il presidente del Quartiere 5 del Comune di Firenze Cristiano Balli, Federica Giuliani e Andrea Spaghetti dell’agenzia formativa For.Ed.A

Cyberbullismo e cultura digitale – Interview – 24 01 17

In base a quanto si legge nel relativo ddl—ora all’esame del Senato—per cyberbullismo si intende “qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione e […] qualunque forma di furto d’identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica.”

Secondo una ricerca Ipsos per Save the Children, “i due terzi dei minori italiani riconoscono nel cyberbullismo la principale minaccia che aleggia sui banchi di scuola, nella propria cameretta, nel campo di calcio, di giorno come di notte.”

Uno studio condotto dall’Università di Firenze e dall’Università “La Sapienza” di Roma riferisce che il 12 per cento degli intervistati (su un campione di 3300 studenti) è stato vittima di cyberbullismo.

Il 18% dei ragazzi toscani è stato vittima di almeno un episodio di cyberbullismo. È quanto emerge da un’indagine condotta dalla Società italiana di pediatria e dal Miur, i cui risultati sono stati presentati nel novembre scorso nel corso del 72/esimo congresso italiano di pediatria in corso a Firenze. 

Commenta la notizia

avatar