CALENZANO (FI): METALMECCANICI SENEGALESI IN PRESIDIO PER DIRITTI E STIPENDIO

calenzano

La Fiom di Firenze in presidio stamani  con 14 lavoratori e lavoratrici metalmeccaniche senegalesi della Pulzeta di Calenzano da maggio rimasti senza lavoro.

La Pulzeta di Calenzano, azienda di proprietà cinese che conta oltre cento addetti nel settore della pulimentatura di accessori metallici, opera per conto di marchi quali Gucci, Prada e Chanel. I lavoratori dopo le tante promesse non mantenute e gli stipendi non pagati da parte della proprietà cinese, oggi sono scesi in presidio davanti ai cancelli.
Il presidio si è tenuto dalle 9.30 alle 12.30 davanti allo stabilimento (ex Metalucido Srl) in Via delle Calandre, 11 a Calenzano.
Presenti tutti i componenti della segreteria della Fiom Cgil di Firenze.

Legalità diritti per i lavoratori e no razzismo, questo dovrebbe essere per noi l’eticità di un sistema produttivo degno di un Paese moderno“, scrive sul suo profilo facebook il segretario della Fiom di Firenze Daniele Calosi  che questa mattina ha partecipato alla mobilitazione.

La Fiom ha richiesto un incontro urgente alla Regione Toscana ed uno al Consolato al fine di ripristinare “la legalità dentro lo stabilimento della ex Metalucido”.

avatar