Vigile del fuoco accusa malore durante un incendio, dopo 20 ore di lavoro

Malore per un vigile del fuoco durante le operazioni di spegnimento di un incendio in Toscana. Secondo quanto riporta il 118 di Pistoia, un pompiere di 55 anni si è sentito male mentre lavorava a un incendio a Montale ed è stato ricoverato in codice rosso al pronto soccorso.

E’ successo verso le 4. Poi, dopo gli accertamenti in ospedale, è stato dimesso in buone condizioni senza giorni di prognosi. Il vigile del fuoco, riporta sempre il 118, era in turno da più di 20 ore continuative.

Dal comando regionale dei vigili del fuoco in Toscana si precisa che in caso di emergenze l’orario di lavoro può raggiungere le 24 ore e che il collega si è sentito male mentre stava lavorando presso l’unità di comando locale (Ucl) allestita nelle vicinanze del rogo, da dove sono coordinati gli interventi.

Le operazioni antincendio nel Pistoiese sono andate avanti per tutta la notte, in particolare per il vasto incendio che da ieri interessa, su un fronte di alcuni chilometri, le colline sopra Montale (Pistoia). E’ nel corso di questi interventi che il vigile del fuoco di 55 anni si è sentito male ed è stato necessario far intervenire l’ambulanza.

Nell’area sono state evacuate una cinquantina di persone in un paio di paesi, tra cui gli ospiti di un agriturismo, struttura che non ha subito danni. Gli evacuati hanno avuto ricovero nei locali della Misericordia di Montale o presso parenti.

I vigili del fuoco sono al lavoro con squadre anche provenienti da altre province (Firenze, Prato e Massa), con elicotteri e aerei del servizio nazionale. La situazione, riferiscono i vigili del fuoco, sta migliorando ma non è ancora completamente sotto controllo.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz