TERRORE A MANCHESTER, UNA VENTINA DI MORTI

ManchesterUna ventina di persone sono morte e 50 almeno sono rimaste ferite dopo un’esplosione avvenuta al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena, la notizia è confermata dalla polizia di Greater Manchester.

Testimoni hanno riferito di aver sentito un “enorme bang” all’Arena di Manchester, ed i filmati pubblicati sui social media, mostrano le persone che fuggono urlando dalla struttura che ha 21.000 posti di capacità e l’area intorno presidiata dalla polizia e dai servizi di emergenza.

La polizia di Greater Manchester ha detto che sta trattando la tragedia come un ‘incidente terroristico’, in una dichiarazione, al di fuori della sede della polizia della Greater Manchester, il capo Ian Hopkins ha confermato: “Lo stiamo trattando, in questo momento, come un incidente terroristico”.

L’agenzia di stampa Reuters, citando due funzionari statunitensi, ha segnalato che un suicide-bomber è sospettato di avere provocato l’esplosione. La polizia ha poi effettuato un’esplosione controllata di un oggetto sospetto nei pressi dell’arena, ma si è rivelato essere solo abbigliamento abbandonato.

L’esplosione è avvenuta subito dopo la fine di un concerto di Ariana Grande, pop star americana 24enne, rimasta illesa secondo una sua portavoce. La struttura, la più grande arena indoor d’Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz