lunedì , 16 gennaio , 2017 15:54
Teatro Manzoni di Pistoia - Stagione 2016/17
Home /

Tag Archives: firenze

FREDDO: PUBLIACQUA, 6 MILA CONTATORI ROTTI IN 4 GIORNI

FREDDO

Oltre 6 mila segnalazioni al  Numero Verde Guasti  di Publiacqua (800 314 314) e circa 1.000 contatori rotti o danneggiati dal ghiaccio. Questo il bilancio aggiornato alla giornata di ieri di questi giorni di basse temperature sul territorio dei 46 Comuni dove Publiacqua gestisce il servizio. Un bilancio ancora provvisorio, in continuo aggiornamento e che, fa i conti con i problemi causati, in prevalenza, dalle rotture dei contatori, non adeguatamente protetti, e dal congelamento dei tubi esterni privati oltreché dai problemi sempre creati dal ghiaccio alle tubazioni ed agli impianti dell’acquedotto. Problemi si sono registrati e si stanno registrando su tutto il territorio e riguardano, come detto i contatori (se ne contano circa 1.000 rotti o congelati), le tubazioni dell’acquedotto, con rotture determinate dalla variazione termica, ed anche i nostri impianti, visto che tutti gli apparati e le tubazioni che li alimentano, specialmente per quanto riguarda gli impianti collinari, sono soggette alle bassissime temperature notturne. Il personale Publiacqua è mobilitato a fronteggiare questa situazione e nel solo fine settimana scorso il numero di interventi si è quadruplicato rispetto alla normale attività del weekend. Particolare attenzione viene posta sulla sostituzione contatori in quanto questa tipologia di guasti comporta mancanza d’acqua e impossibilità di far funzionare gli impianti di riscaldamento. Attualmente i nostri operatori, lavorando riescono a sostituire oltre 200 contatori al giorno. Il Numero Verde Guasti (800 314 314), opportunamente potenziato, da sabato ha già ricevuto oltre 6 mila segnalazioni dal territorio ed anche in queste ore sta ricevendo ancora moltissime telefonate, è ...

Read More »

OGGI ‘ALLARME FREDDO’ A FIRENZE. A PISA AGRICOLTURA IN GINOCCHIO

Arno ghiacciato in diversi tratti a Firenze, 

ANSA/CARLO FERRARO

Continua l’ondata di basse temperature e oggi 11 gennaio, per il bollettino del Centro interdipartimentale di bioclimatologica dell’università di Firenze (Cibic), diffuso dalla Protezione civile del Comune, si raggiungerà la soglia dell’ ‘allarme freddo’ (ieri invece siamo a quella di ‘attenzione freddo’). La temperatura apparente sarà molto bassa durante tutta la giornata: si consiglia di limitare le attività all’aperto. Rischio cadute per il ghiaccio. Possibile anche la riacutizzazione della sintomatologia nei soggetti asmatici. Informazioni su come comportarsi e vestirsi sul sito del Cibic (http://www.biometeo.it/firenze-2/). Il gelo colpisce anche l’agricoltura  pisana. A rischio le coltivazioni invernali in pieno campo come  cavoli, verze, cicorie, radicchio, broccoli e finocchi. Situazione critica nella piana pisana specializzata nelle produzioni orticole. Il monitoraggio effettuato da Coldiretti Pisa nelle scorse ore ha  rilevato la forte preoccupazione da parte degli agricoltori per il  futuro delle produzioni destinate ai mercati di Campagna Amica e alla  media grande distribuzione organizzata. L’ondata eccezionale di freddo artico ha spinto la colonnina di  mercurio fino a – 4 nella giornata di martedì 9 gennaio portando le  temperature ben al di sotto della media: lo scorso anno, nello stesso  giorno, il termometro segnava + 8. – “Siamo in stato di allerta – spiega Fabrizio Filippi, presidente di Coldiretti Pisa – perché se il freddo persisterà con questa intensità molte aziende perderanno i raccolti invernali seminati in pieno campo. Siamo in ansia anche per le gemme delle piante da frutto che si trovano in una fase molto delicata che è quella della prefioritura e sono quindi molto ...

Read More »

‘NDRANGHETA: DIA FIRENZE SEQUESTRA BENI PER OLTRE 5 MLN A 3 IMPRENDITORI

MAFIA

La Direzione Investigativa Antimafia di Firenze ha sequestrato un patrimonio stimato in oltre cinque milioni di euro nei confronti di tre imprenditori calabresi operanti in Toscana. Il provvedimento, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Firenze, scaturisce da complesse indagini in materia di riciclaggio sul conto dei tre imprenditori e dei loro familiari, condotte dalla Dia e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, che hanno consentito di dimostrare non solo le ingenti movimentazioni di capitali e gli investimenti immobiliari effettuati dagli stessi (frutto di reati fiscali e altre attività illecite) a fronte di esigui redditi dichiarati, ma anche i legami con la criminalità organizzata calabrese. I dettagli dell’operazione saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle 11, presso la sede del Centro Operativo Dia di Firenze, alla quale presenzierà il Procuratore della Repubblica di Firenze, Giuseppe Creazzo. (notizia in aggiornamento)

Read More »

MALATTIE RARE: FIRENZE, APPROVATO POTENZIAMENTO FARMACEUTICO MILITARE

showimage

Approvata dal Consiglio comunale risoluzione per potenziare il ruolo dello stabilimento farmaceutico militare di Firenze nella ricerca e produzione di farmaci “orfani” per la cura di malattie rare Il Consiglio comunale di Firenze ha approvato una risoluzione per potenziare il ruolo dello stabilimento farmaceutico militare di Firenze nella ricerca e produzione di farmaci “orfani” per la cura di malattie rare. La risoluzione, proposta dal presidente della IV Commissione: Politiche sociali e della salute, sanità e servizi sociali Nicola Armentano, è stata sottoscritta da tutti i consiglieri della Commissione ed invita il Governo a potenziare e valorizzare il ruolo dello stabilimento farmaceutico militare di Firenze, in quanto struttura pubblica, nella ricerca di farmaci per la terapia delle malattie rare e per assicurare la disponibilità a costi ridotti dei farmaci “orfani” e altri trattamenti per le malattie rare e ad adeguare, eventualmente, il relativo organigramma dello stabilimento farmaceutico assicurando il personale altamente specializzato e la stabilità delle risorse umane chiede, inoltre, al presidente della Giunta regionale Toscana ed al sindaco di promuovere, per quanto di competenza, nei confronti del Governo e del Parlamento le istanze contenute nella risoluzione. “Con questa risoluzione – spiega il presidente della IV Commissione: Politiche sociali e della salute, sanità e servizi sociali Nicola Armentano – il Consiglio comunale punta a dare forza ad una continuità dello stabilimento sia per mantenerne le eccellenze sia per il ruolo di grande rilevanza sanitaria contro le malattie rare”.

Read More »

SCUOLA: FIRENZE, LE MODIFICHE AL MENU’ DELLE MENSE IN VIGORE DA OGI

mensa

Giachi: “Non cambia la filosofia di fondo. Abituare ai nuovi gusti ma con cibi graditi” Da oggi nelle mense scolastiche comunali entreranno in vigore le variazioni ai menù serviti agli fiorentini: è arrivato ieri il nulla osta dell’Ufficio di Igiene pubblica dell’Ausl alle modifiche elaborate a seguito degli incontri effettuati nei cinque quartieri cittadini dalla vicesindaca Cristina Giachi e dai dipendenti della Direzione Scuola con i genitori dei ragazzi che usufruiscono del servizio. Tra le principali novità ai menù preparati dalle ‘commissioni mensa’ ci sono l’aumento delle grammature delle porzioni e l’eliminazione di alcuni piatti come la panzanella, la minestra di pane e la farinata con il cavolo nero per il loro basso indice di gradimento, mentre una volta a settimana è stato reintrodotto il pane bianco. Per alcuni alimenti si alterneranno le preparazioni come per esempio per i ceci e la pappa al pomodoro. Quest’ultima sarà sostituita dalla pasta al pomodoro e rimarrà come assaggio ogni tanto. “Le modifiche introdotte non cambiano la filosofia di fondo dei nuovi menù basati su piatti local e introdotti alcuni mesi fa – ha detto la vicesindaca Giachi -: l’obiettivo, che continuiamo a perseguire anche con le variazioni apportate, è infatti proporre ai bambini una dieta equilibrata e sana che ne favorisca la crescita, preventiva delle malattie, e allo stesso tempo che proponga loro consistenze e gusti anche diversi da quelli che sono soliti consumare a casa, accompagnandoli alla scoperta di nuovi cibi”. “Come abbiamo ribadito anche alle assemblee pubbliche che abbiamo fatto – ...

Read More »

PITTI UOMO 91, DA DOMANI IL SALONE CON 1.220 MARCHI

pitti-503x340

Al via all’edizione numero 91 di Pitti Uomo, che si tiene alla Fortezza da Basso di Firenze da martedì 10 a venerdì 13 gennaio. Al salone saranno presenti 1.220 marchi dell’abbigliamento maschile, dei quali 540 provenienti dall’estero (il 44% del totale). Saranno 210 i nomi nuovi e rientri al salone, che si estende su una superficie espositiva di 60.000 metri quadrati. Sono 16 le tappe in cui si articola il percorso dentro la moda uomo: Pitti Uomo, Make, Pop Up Stores, Eye Pop, Fashion At Work, HI Beauty, Futuro Maschile, Touch!, l’Altro Uomo, Born in the Usa, Unconventional, Open, The Latest Fashion Buzz, I Play, Urban Panorama, My Factory. All’ultima edizione del salone tra visitatori e buyer gli ingressi sono stati 36.000. Oltre 24.800 i compratori all’ultima edizione invernale, dei quali 8.800 i buyer dall’estero (35,5% del totale). L’edizione n. 91 di Pitti Uomo segna uno step in avanti nell’evoluzione della manifestazione. Con i suoi eventi e la sua geografia in continuo cambiamento, Pitti Uomo cattura le nuove vibrazioni della moda e le trasforma in progetti inediti. Il programma di eventi speciali di gennaio rappresenta un ulteriore superamento del dualismo tra fiera e fashion week, verso nuovi format che uniscono ricerca stilistica, comunicazione e concretezza per il mercato. Protagonisti le grandi aziende della tradizione che si proiettano al futuro, i nuovi talenti del fashion design e i brand in ascesa, fino ai nuovi mondi del menswear, anche in senso geografico. E poi le partecipazioni di big brand internazionali alla Fortezza, ...

Read More »

TRAMVIA: DA OGGI MODIFICHE A CANTIERE LINEA 3 – PIAZZA DALMAZIA

tramvia

Firenze – Una settimana dopo in programma il trasloco del mercato da via di Rifredi a piazza Dalmazia: la strada sarà utilizzata per la circolazione, la sosta e le nuove fermate dei bus.   Procedono i lavori della tramvia. Oggi lunedì 9 gennaio prenderanno il via le operazioni per il ribaltamento del cantiere della linea 3 in via Corridoni e il conseguente avvio dei lavori per la realizzazione della sede tranviaria sulla corsia lato piazza. Contestualmente, dalle 10 dello stesso giorno, verranno spostate le fermate Ataf che saranno collocate temporaneamente in piazza Dalmazia, all’altezza del ponte sul Terzolle. Si tratta di una soluzione che sarà in funzione una settimana, in attesa dell’apertura al transito di via di Rifredi. Lunedì 16 gennaio è stato infatti programmato lo spostamento del mercato da via di Rifredi in piazza Dalmazia. La data è stata concordata nel corso di un incontro presso gli assessorati della mobilità e dello sviluppo economico e i rappresentanti degli ambulanti. Oltre alla data del trasloco è stato condiviso anche il nuovo posizionamento dei banchi alimentari e di quelli di generi vari nella piazza. Dopo il trasferimento via di Rifredi sarà quindi recuperata alla viabilità di mezzi pubblici e privati: qui saranno collocate le nuove fermate delle linee Ataf 8-14 provenienti da viale Morgagni e le linee 2-20-28 provenienti da via Reginaldo Giuliani. I bus poi proseguiranno su via di Rifredi-via Bini per rientrare in via Corridoni. Per quanto riguarda i mezzi privati, i veicoli provenienti da via Reginaldo Giuliani potranno ...

Read More »

FUNARO: APPELLO AI FIORENTINI, SEGNALATECI CHI DORME PER STRADA

SENZA TETTO

Per le segnalazioni di persone in difficoltà è possibile chiamare l’Albergo popolare allo 055-211632 albergo o il Centro di ascolto ai numeri 055/46389272 – 055/46389273 (Sportello del Centro ascolto Caritas in via Faentina, civico 32, aperto con il seguente orario: il lunedì e il sabato dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 14 alle 16) oppure inviare una e-mail all’assessorato al Welfare all’indirizzo [email protected] ”Oggi è un giorno triste per la scomparsa dell’uomo senza fissa dimora avvenuta questa notte”. Così l’assessora al Welfare e all’Accoglienza, Sara Funaro, esprime il cordoglio suo personale e dell’amministrazione comunale di Firenze per la morte del clochard polacco 49enne che si è verificata in un giardino tra il Lungarno Santa Rosa e le mura di San Frediano. “L’uomo era conosciuto dai volontari e dagli operatori delle strutture per l’accoglienza invernale cittadine e delle Unità di strada – ha spiegato l’assessore Funaro – che da fine novembre a fine marzo sono impegnati a distribuire coperte, bevande e pasti caldi ai senza fissa dimora che rifiutano di andare a trascorrere la notte in luoghi caldi”. “Gli operatori e i volontari lo hanno incontrato molte volte: l’uomo ha infatti trascorso lo scorso inverno nelle strutture che abbiamo messo a disposizione per l’attivazione del servizio di accoglienza invernale, dove è stato ospite l’ultima volta a marzo dell’anno scorso”, ha aggiunto Funaro. “I volontari delle unità di strada hanno svolto il servizio in città anche ieri sera quando, intorno a mezzanotte, si sono recati sul Lungarno Santa Rosa dove ...

Read More »

FIRENZE: LA COLONNA DI SANTA FELICITA SARA’ RESTAURATA

firenze

La Colonna di Santa Felicita, collocata nell’omonima piazza tra Ponte Vecchio e piazza Pitti, sarà restaurata. Il costo dell’operazione, pari a circa 25 mila euro, è stato finanziato interamente dall’ultima edizione della Celebrity Fight Night organizzata anche a Palazzo Vecchio. La Colonna è databile 1380 circa. In granito con capitello corinzio, è dedicata alle imprese di San Pietro Martire (fra’ Pietro da Verona) contro gli eretici catari, nel luogo dove si svolse uno degli scontri più duri tra le due fazioni, decisivo per i cattolici (1244). La famiglia Rossi d’Oltrarno decise in seguito di finanziare la costruzione di un monumento a ricordo che era l’attuale colonna di granito. Inizialmente fu eretta con alla sommità una croce a due palme incrociate, simbolo del martirio. Poi sul capitello nel 1484 fu sistemata una statua in terracotta invetriata in stile robbiano, raffigurante il frate domenicano Pietro da Verona inquisitore, inviato a Firenze dal papa per sconfiggere l’eresia, che con la sua foga oratoria aveva infiammato gli animi di molti fiorentini e che organizzò in una specie di milizia chiamata “Società di Santa Maria”, portandoli a debellare per sempre il proselitismo dei catari. La statua si frantumò nel 1723, per una caduta provocata dagli agenti atmosferici e fu sostituita da un’opera in marmo di Antonio Mormorai, che fu sottratta a metà dell’Ottocento. La colonna rimase distrutta nell’agosto del 1944 dai tedeschi in ritirata, che avevano minato gli accessi al Ponte Vecchio, ma fu in seguito pazientemente ricostruita e ricollocata nel sito originario. Il restauro prevede una ...

Read More »