lunedì , 1 maggio , 2017 8:03
Metastasio stagione 2016-2017
Home /

Tag Archives: firenze

OCCUPAZIONE: SIENA 9a IN ITALIA. FIRENZE E PISA 12e

occupazione

Bolzano provincia ideale per chance di lavoro e ‘peso’ della busta paga: è nel capoluogo del Trentino Alto Adige, infatti, che il tasso d’occupazione sfiora il 73% e che la retribuzione media si scopre esser la migliore d’Italia (1.476 euro). Al contrario, in fondo allo Stivale, a Reggio Calabria, meno di 4 persone su 10 risultano impiegate, mentre spetta ad Ascoli Piceno la ‘maglia nera’ degli stipendi che, mediamente, si fermano a 925 euro. A tracciare la ‘road map’ del mercato del lavoro nel nostro Paese è lo studio realizzato dall’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro,  presentato oggi al Teatro Augusteo di Napoli, nella giornata conclusiva del IX congresso della categoria. Il dossier conferma lo stato di salute decisamente più confortante delle aree del Settentrione, a scapito del Mezzogiorno: dal secondo posto in giù si collocano le province nelle quali sono occupati più di due terzi della popolazione in età lavorativa ovvero, nell’ordine, Bologna (71,8%), Belluno e Modena (68,8%), Parma (68,7), Milano (68,4%), Lecco e Forlì-Cesena (68,3%), Reggio nell’Emilia (68,2%), Siena (67,9%), Cuneo e Pordenone (67,7), Firenze e Pisa (67,5%), Arezzo (67,4%) e Lodi (67%). Molto distanziata Roma (al numero 57 della classifica), allarmante la condizione lavorativa del capoluogo calabrese (soltanto il 37,1% di persone in attività) e di altri grandi centri del Sud come Palermo (37,4%), Caserta (38%), Napoli (38,6%), Crotone (38,7%), Agrigento (39,1%), Vibo Valentia (39,4%), Catania (39,6%) e Trapani (39,8%). Analizzando, poi, il cosiddetto ‘gender gap’ (il divario di genere), il report accende i riflettori sul tasso d’occupazione femminile più cospicuo nella provincia di Bologna, dove due terzi delle donne hanno un posto (66,5%), al contrario a Barletta-Andria-Trani le occasioni lavorative ‘rosa’ sono scarse, giacché ...

Read More »

ZTL 24H, NARDELLA: COMMERCIANTI NON HANNO DI CHE LAMENTARSI

Ztl

“Ai ristoratori un grande supporto attraverso lo stop al mangificio in centro” dice il sindaco. La ztl ”continua” “risponde ad una migliore qualità della vita in centro, invita a tornarvi la residenza e ci consente di combattere aspetti della movida selvaggia” Così il sindaco di Firenze Dario Nardella replica alle polemiche per l”annuncio dell”attivazione della ZTL  in centro a partire da giugno. Rispetto alla ztl non stop da giovedì a sabato “non si lamentino i commercianti, perchè queste misure entrano in azione quando i negozi sono chiusi. Semmai il tema riguarda i ristoratori, ma questi sono solo una parte del mondo del commercio. E Ai ristoratori un grande supporto attraverso lo stop al mangificio in centro”.  “Credo che il mondo della ristorazione in centro a Firenze non debba sentirsi discriminato e danneggiato – ha aggiunto – il turismo va bene e l”economia funziona”. Secondo il sindaco, la ztl ”continua” “risponde ad una migliore qualità della vita in centro, invita a tornarvi la residenza e ci consente di combattere aspetti della movida selvaggia, aiutando anche i ristoratori esterni al centro che risentono del fatto di non intercettare i flussi turistici”. Rispetto alle modalità del provvedimento, ha garantito Nardella, “gli assessori Del Re e Giorgetti saranno pronti a incontrare categorie per un”attuazione la più condivisa possibile”; quanto alla durata della sperimentazione, che non è stata ancora comunicata, “è allo studio degli assessori competenti”, ha concluso il sindaco.  

Read More »

INCIDENTE SUL LAVORO: 21ENNE MUORE SCHIACCIATO A FIRENZE

incidente sul lavoro mortale a firenze

Un ragazzo di 21 anni, italiano, è morto in seguito ad un incidente sul lavoro a Firenze.  A dare l’allarme i colleghi. Secondo quello che ad ora si sa, ovvero sulla base delle prime informazioni del 118 intervenuto sul posto, il ragazzo, che lavorava in un’azienda di via della Treccia all’Osmannoro, sarebbe rimasto schiacciato da materiale molto pesante.  Sul posto è intervenuta anche la polizia. Proprio ieri i sindacati hanno ricordato l’importanza della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nella giornata mondiale. “E oggi piangiamo subito un morto , un giovane di 20 anni. Non bastano di nuovo le lacrime e il cordoglio ai familiari. Serve qualcosa di più e soprattutto per i più giovani che iniziano a lavorare e insieme ai sessantenni sono tra le categorie più a rischio. Qualcosa di più nel settore dei trasporti e della logistica che sta diventando uno snodo nevralgico delle attività produttive. Troppa frenesia, troppe interferenze e purtroppo poca attenzione al lavoro e ai lavoratori”: così Mauro Fuso di Cgil Toscana sulla morte sul lavoro di un giovane di una ditta di spedizioni, ieri sera a Firenze. Aggiungono Barbara Orlandi e Laura Scalia di Cgil Firenze: “Esprimiamo profondo dolore per la perdita di un giovanissimo lavoratore, e vicinanza alla famiglia. Morire sul lavoro è ingiusto, a 21 anni è ingiusto. E morire nella Giornata mondiale della sicurezza sul lavoro è drammaticamente sbagliato e dimostra che ancora tanto c’è da fare per proteggere chi lavora da morti e incidenti. Serve una cultura del lavoro ...

Read More »

FIRENZE, CONFESERCENTI: “MONTA LA PROTESTA PER ZTL H24″

ztl confesercenti

Confesercenti  di Firenze: “siamo sommersi da proteste  di attività ricettive su ztl non stop’. A breve consultazione con le imprese. “Decine le chiamate, degli operatori, arrivate nei nostri uffici fiorentini per protestare contro la sperimentazione di una Ztl h24. Le proteste avanzate, nella maggior parte dei casi, da ristoranti, attività commerciali del centro storico e operatori nel settore ricettivo; ovvero quelle attività che risultano maggiormente penalizzate dal provvedimento”. Lo rivela, attraverso una nota, Confesercenti. “Un provvedimento che – aggiunge l’associazione – a nostro parere, doveva essere il frutto di una riflessione più approfondita; già in passato, tale ipotesi fu scartata perché inutile per contrastare fenomeni di movida molesta; e altresì dannosa per un numero significativo di attività economiche che operano prevalentemente con le famiglie ed i fiorentini. Così come abbiamo condiviso le politiche dell’amministrazione fiorentina, volte a tutelare il centro storico dall’apertura indiscriminata di attività di somministrazione funzionale al turismo di massa, riteniamo che la ztl h24 scoraggerà la frequentazione del nostro centro storico da parte dei fiorentini; accentuando così l’uso in esclusiva di quel territorio da parte dei turisti”. L’associazione spiega che nei prossimi giorni attiverà “una consultazione delle nostre imprese associate su questo tema, e valuteremo le indicazioni che ci verranno direttamente dagli imprenditori. Infine, spiace notare che il provvedimento arriva dopo un periodo di relazioni sindacali, con l’ amministrazione comunale, fondate sul rispetto dei ruoli e sul confronto preventivo sulle tematiche del territorio; l’ordinanza sulla Ztl h24 rappresenta, invece, un passa indietro, perché nasce da una iniziativa improvvisa e senza ...

Read More »

PONTE VECCHIO E QUELLA  ‘PASSEGGIATA’  UN PO’ COSI’…

Passeggiata

Firenze, la strada servita per il cantiere del lungarno Torrigiani è ancora lì, il sindaco Nardella un anno fa propose di farci una ‘Passeggiata romantica’, da allora non se ne sa più nulla. La ‘Passeggiata’ è in realtà una strada di cantiere a due passi da uno dei ponti più famosi al mondo. La ‘spianata’ di acciottolato e massi utilizzata dai camion e dalle ruspe durante i lavori successivi alla ‘voragine’ di l.no Torrigiani (25 maggio 2016) è ancora lì; e vista da Ponte alle Grazie non possiamo dire si tratti di  è uno spettacolo particolarmente gratificante per gli occhi, soprattutto in un contesto di grande splendore, con Gli Uffizi su un lato e Ponte Vecchio sullo sfondo. A giugno scorso il sindaco Nardella propose, con un sondaggio sulla propria pagina Facebook, di farne una passeggiata romantica, alla guisa dei Lungo Senna parigini. Poi non se ne fece più nulla; pare, probabilmente, per motivi di sicurezza. Oggi la visione che appare a fiorentini e turisti è quella che vedete nelle foto. Evidentemente siamo in mezzo al guado. Ma essendo passato un anno, una soluzione definitiva andrebbe trovata: o si fa la passeggiata (ma per bene, attrezzandola, con del verde, studiandola paesaggisticamente e nel contesto), oppure forse sarebbe meglio fare in modo che l’Arno tornasse a ricoprire tutto. Insomma, l’idea della ‘strada’ lungo l’Arno è suggestiva, ma il rischio è che rimanga una specie di ‘cazzotto nell’occhio’. Vista ponte Vecchio.

Read More »

PALAZZO PITTI SI RIORGANIZZA, TICKET E ORARI UNIFICATI

terremoti

A Palazzo Pitti arrivano ticket e orari unificati. Per Boboli il biglietto  sarà congiunto con museo delle Porcellane e Giardino Bardini. A partire dal 16 maggio cambio di regime per i musei di Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli riguardo alla bigliettazione, “al fine di permettere – spiega una nota – una migliore fruizione e comprensione dei due spazi”. Non mutando le quote dei singoli ticket, “utili a visitare le due realtà museali”, è stata unificata tutta la parte museale di Pitti, separandola da quella del Giardino. Così il biglietto per l’ingresso a tutti i musei ospitati nella Reggia di Pitti, che manterrà il prezzo di base di 8,50 euro intero e 4,25 ridotto, darà accesso, dalle 8.15 alle 18.50 da martedì alla domenica alla Galleria Palatina e Appartamenti Reali, al Tesoro dei Granduchi (già Museo degli Argenti), al Museo della Moda e del Costume (già Galleria del Costume; temporaneamente chiuso per riallestimento dal 2 maggio al 12 giugno 2017) e alla Galleria d’Arte Moderna. Continuando l’accordo sulla maggiorazione del biglietto in occasione delle esposizioni temporanee, durante la mostra ‘Maria Lassnig: Woman Power’ (25 marzo – 25 giugno 2017) all’Andito degli Angiolini, il prezzo del biglietto continua a costare, per intero 13 euro e ridotto 6,50. Riguardo a Boboli, rimane parte del circuito del verde solo il Museo delle Porcellane, ospitato nella Palazzina del Cavaliere al colmo della collina di Boboli, che continuerà ad osservare gli orari di apertura stagionale del Giardino, dipendenti ciclicamente dalle ore utili di luce. E ...

Read More »

FESTIVAL D’EUROPA, FIRENZE PROTAGONISTA CON “STATE OF UNION”

bandiere Festival Europa

  Dal 4 al 9 Maggio a Firenze il “Festival d’Europa”: si parte con la rassegna “State of the Union” su cittadinanza europea e la mostra sull’eredità dei Trattati. Nell’ambito della quarta edizione del “Festival d’Europa”,  che si terrà dal 4 al 9 Maggio a Firenze e che vedrà alternarsi vari eventi,  la rassegna The State of the Union, giunta quest’anno alla settima edizione, affronterà dal 4 al 6 maggio in Palazzo Vecchio a Firenze il tema della cittadinanza europea che abbraccia un ampio spettro di questioni rilevanti per il futuro dell’Europa: l’emergenza globale dei rifugiati, il futuro della cittadinanza europea, la libera circolazione dei cittadini, l’integrazione economica e monetaria, le conseguenze della Brexit per i cittadini europei, le prospettive e le sfide dell’integrazione europea a sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma. Tra i relatori dell’iniziativa, organizzata dall’Istituto universitario europeo, il Presidente del Senato della Repubblica Italiana Pietro Grasso; il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni; il Ministro degli Esteri italiano Angelino Alfano; il sottosegretario con delega agli Affari Europei Sandro Gozi; la Presidente dell’Estonia Kersti Kalijulaid; il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani; il Presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk; il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker; l’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri e la Politica di Sicurezza Federica Mogherini; il Ministro svedese per gli Affari Europei Ann Linde; i Commissari Tibor Navracsics e Vera Jourova; il Capo Negoziatore della Brexit per la Commissione Europea Michel Barnier; il Presidente della Banca Europea per gli Investimenti Werner Hoyer. Tra le iniziative collaterali, ci sarà ...

Read More »

TURISMO: OTTIMI RISULTATI A PASQUETTA E 25/4

Pasquetta

Pasquetta ed il 25/4 hanno fatto registrare +57% visitatori agli Uffizi, Pitti e Boboli. Primo trimestre 2017 12% in più del 2016. Le feste pasquali e il “ponte” della Liberazione hanno fatto registrare un “ottimo risultato” di presenze per i musei afferenti alle Gallerie degli Uffizi, ovvero Uffizi, Palazzo Pitti e Boboli, con un dato “ragguardevole” per il giorno di Pasquetta e in quello del 25 aprile: la crescita rispetto al 2016 è stata del 57%. E’ quanto si rende noto dalle Gallerie degli Uffizi. L’affluenza nei giorni di vigilia, Pasqua e Pasquetta i visitatori sono stati 53.177 nei tre circuiti Uffizi, Pitti e Boboli, con un più 20%. Anche la Galleria degli Uffizi – che già da anni raggiunge il limite di capienza durante i giorni delle maggiori festività – ha registrato un aumento pari all’11% per i tre giorni pasquali (23.727 visitatori totali), grazie ad “un migliore scaglionamento orario dei visitatori, che si sono distribuiti in fasce differenziate fra Pitti e Uffizi”. Notevole la crescita per Boboli: 22.738 ingressi durante tutto il weekend, pari a un più 32%. Risultati che hanno fatto il bis il 25 aprile. “Significativo” sia l’incremento degli Uffizi (+42%, con un totale di 7.950 visitatori) che di Boboli (+22,8%, 7.153 visitatori). Questi “straordinari risultati – si spiega ancora – continuano e amplificano la tendenza decisamente positiva registrata per tutti i musei delle Gallerie degli Uffizi nel primo trimestre 2017″, che ha visto una crescita dei visitatori del 12% rispetto al 2016 (697.234 visitatori). In ...

Read More »

FIRENZE: DIBATTITO “TERRITORIO BENE COMUNE”

Bene

Oggi- 28 aprile- la Consigliera Miriam Amato terrà il dibattito “Territorio Bene Comune, impariamo a difenderlo per attuare la Costituzione”. Nella Sala delle ex Leopoldine in Piazza Tasso, questa sera dalle ore 20:30 alle ore 23:30, si terrà il dibattito “Territorio Bene Comune, impariamo a difenderlo per attuare la Costituzione” promosso dalla consigliera di Alternativa Libera Miriam Amato. La consigliera Miriam Amato dichiara: “La Costituzione, articolo 9, si attua a partire dalla difesa dei beni comuni, del territorio e dall’ambiente e domani sera con il dibattito ci confronteremo con Paolo Maddalena (Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale), Massimo Artini (On. Alternativa Libera, Camera dei Deputati ) e Ilaria Agostini (Prof. Dipartimento Architettura, Università di Bologna) approfondiremo il problema della sottrazione in corso di intere fette del nostro territorio e degli strumenti disponibili, come cittadini, per fermare il degrado, la distruzione, la svendita del nostro patrimonio”. La consigliera ha poi aggiunto “L’importanza di distinguere la proprietà comune o collettiva, ristabilendo un equilibrio che negli ultimi decenni di storia italiana è stato tutto sbilanciato a favore della proprietà privata. È previsto uno spazio per gli interventi del pubblico, dove oltre a porre domande si possono riportare testimonianze dirette del territorio. Un capovolgimento della tradizionale concezione borghese, rafforzata dal pensiero unico dominante del neoliberismo economico, secondo cui l’interesse pubblico costituisce un limite alla proprietà privata, là dove – conclude Amato – la cessione a privati di parti del territorio, oggetto di proprietà collettiva, che limita la proprietà collettiva medesima”.

Read More »