Sequestra prostituta in casa per una settimana, denunciato

Novoli, irruzione della polizia nell’appartamento dell’uomo con problemi psichiatrici dopo chiamata prostituta.

Invaghitosi di una prostituta, l’ha tenuta segregata in casa per una settimana per impedirle di andare sulla strada, fino a che la donna non è riuscita a chiamare la polizia. Così gli agenti hanno fatto irruzione nella casa e l’hanno liberata. L’uomo, un 51enne con problemi
psichiatrici, è stato denunciato per sequestro di persona e poi ricoverato in ospedale. É avvenuto in un appartamento nella zona di Novoli, a Firenze.
Secondo quanto ricostruito, il 51enne era stato inizialmente cliente della ragazza, di 29 anni. I due sono rimasti in contatto telefonico anche quando lei è tornata a casa sua, in
Albania, dove vive la sua famiglia. Alcune settimane fa lui le ha proposto di tornare in Italia e le ha pagato il viaggio perché potesse trasferirsi a vivere da lui. Per alcuni giorni la giovane ha vissuto con lui continuando però a prostituirsi in strada. Una settimana fa l’uomo le ha detto che non avrebbe più dovuto prostituirsi. Per impedirglielo, l’ha segregata in casa, togliendole le chiavi dell’appartamento e permettendole di uscire solo di rado e in sua compagnia. Quando ha iniziato anche a minacciarla, la 29enne ha chiesto l’intervento della polizia.
Gli agenti della squadra volante e della squadra mobile hanno fatto irruzione nell’abitazione sfondando una finestra, trovando la donna impaurita e in lacrime.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz