RIFIUTI: INCHIESTA FIRENZE E’ SU SMALTIMENTO CARTA

ricupero-cartaL’inchiesta sui rifiuti avviata dalla procura di Firenze, riguarderebbe lo smaltimento di parte dei rifiuti differenziati e, in particolare, di quelli della carta. Tra i sei indagati nell’inchiesta  secondo quanto si apprende ci sono l”amministratore delegato dell’ex Quadrifoglio, ora Alia, Livio Giannotti, l’ingegner Franco Cristo, responsabile degli impianti di trattamento, oltre al responsabile dell’impianto di San Donnino, a due capi turno e a una dipendente dell”azienda che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.

L’inchiesta riguarderebbe lo smaltimento di parte dei rifiuti differenziati e, in particolare, di quelli della carta. Le indagini sarebbero partite da una costola dell’inchiesta, aperta nel giugno 2015, per il mancato controllo sui rifiuti metallici raccolti da Quadrifoglio e non sottoposti alle verifiche radiometriche, le analisi necessarie a valutare eventuali livelli di radioattività. Tre le persone allora iscritte nel registro degli indagati, vi erano il presidente e l’ad di Quadrifoglio, Giorgio Moretti e Livio Giannotti, e Franco Cristo. Il processo per quest’inchiesta è già stato fissato per il prossimo mese di ottobre.

“Continuiamo a raccogliere rifiuti e a fare il nostro lavoro: abbiamo fornito tutte le informazioni richieste, e secondo noi, anche molto di più. Siamo persone oneste, che fanno bene il loro dovere. E ribadiamo, una volta ancora di più, la nostra piena fiducia ai magistrati”. Lo ha detto nella serata di ieri l’ad dell’ex Qaudrifoglio, ora Alia, Livio Giannotti, uno dei sei indagati dell’inchiesta.

“Piena fiducia nell’operato e nella correttezza della magistratura. Ho letto la nota di Alia, l’azienda. Sottoscrivo la loro posizione”. Lo ha sottolineato il sindaco di Firenze Dario Nardella. “Di piu’ non posso dire perche’ non conosco, come credo nessuno, i contorni di questa indagine che mi auguro si possa sviluppare rapidamente per arrivare ad un esito positivo”, conclude.

 

Commenta la notizia

avatar