lunedì , 27 marzo , 2017 18:29
Dello Scompiglio
Home / .Controradio News / PRESTITI, 40% DEI TOSCANI HA ALMENO 1 CREDITO ATTIVO

PRESTITI, 40% DEI TOSCANI HA ALMENO 1 CREDITO ATTIVO

credito

Secondo uno studio del Crif (Centrale Rischi Finanziari) in Toscana il 39,7 % della popolazione maggiorenne ha un credito attivo. Il 24,3% ha un mutuo; il 44,5% è ricorso a prestiti per l’acquisto di beni e servizi.

In Toscana il 39,7% della popolazione maggiorenne ha almeno un rapporto di credito attivo. Secondo l’osservatorio di Crif, è Livorno la provincia con la quota più elevata di crediti attivi (il 43,9% del totale della popolazione, per la precisione), seguita da Pisa, Massa-Carrara e Prato, tutte al di sopra del 41%. Per quanto riguarda i mutui l’incidenza in Regione risulta pari al 24,3%, mentre relativamente ai prestiti personali, invece, il peso nel portafoglio dei finanziamenti attivi risulta pari al 31,2%; per quanto riguarda i prestiti finalizzati all’acquisto di beni e servizi, il peso sul totale si attesta al 44,5%. In termini di rata media mensile, la Toscana si colloca al quarto posto nazionale con una rata mensile pari a 395 euro, al di sopra della media: Prato, con una rata media mensile pari a 442 euro, è quarta assoluta nella graduatoria nazionale. Relativamente all’indebitamento medio, la Toscana si colloca al sesto posto nazionale con 38.749 euro: la provincia col debito residuo più elevato è Firenze, con 43.282 euro che la pongono al dodicesimo posto assoluto nel ranking nazionale; la meno esposta è Massa-Carrara (30.449 euro).

Check Also

adorazione dei magi restaurata leonardo da vinci uffizi

L’ ADORAZIONE DEI MAGI RESTAURATA TORNA AGLI UFFIZI

Il capolavoro incompiuto di Leonardo da Vinci “l’Adorazione dei Magi” torna agli Uffizi dopo un ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 + nove =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>