PRATO: CHIUDE SALA VIDEOLOTTERY VICINO A SCUOLA, COMUNE VINCE AL TAR

CHIUDEIl Tar della Toscana ha dato ragione al Comune di Prato, che aveva emanato un”ordinanza per chiudere una videolottery perché troppo vicina ad una scuola elementare e a un asilo. Il tribunale amministrativo ha rigettato il ricorso dei proprietari della sala da gioco che si trova a soli 250 metri da una scuola per l”infanzia ed è vicina a una scuola primaria (elementare). Da qui la decisione di disporre “il divieto di prosecuzione immediato dell”attività di raccolta scommesse e commercializzazione dei giochi pubblici”.

Non è la prima volta che il Comune di Prato ha chiuso una sala videolottery applicando la normativa regionale e ottenendo ragione al Tar. Il precedente è del giugno 2015, quando fu chiusa una videolottery perché troppo vicina a un liceo scientifico. “A breve – ha sottolineato il sindaco Matteo Biffoni – arriverà all”approvazione del Consiglio comunale anche il nuovo regolamento di contrasto alla ludopatia, al quale stanno lavorando le commissioni, per mettere vincoli più stringenti sulle nuove aperture e contrastare il fenomeno dilagante del gioco e delle scommesse. Lo scopo infatti è quello di poter intervenire prima che queste sale aprano i battenti, perché i dati sempre in crescita del fenomeno della ludopatia ci preoccupa soprattutto per l’impatto sociale”.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz