PISA, FILIPPESCHI: DEDICO IL 25 APRILE A ZAKIR

”Anche e soprattutto in momenti come questi – ha aggiunto – deve manifestarsi, deve fruttare, il paziente lavoro fatto da tanti con cui si tengono vive le ragioni che danno coesione ad una società”

filippeschi_marco_sindaco_pisa__3”L’aggressione brutale” costata la vita ”a un giovane padre di famiglia, di origine bengalese, come Zakir Hossain, ucciso alla fine del suo turno di lavoro si combatte anche coltivando la memoria” e ”ci ha dato conforto solo la reazione della comunità pisana, l’adesione ai principi di pace e civile convivenza, il rifiuto della violenza”. Lo ha detto il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, ricordando il cameriere ucciso da un pugno durante un’aggressione senza motivo in pieno centro nel suo intervento alla cerimonia per celebrare il 25 aprile. ”Anche e soprattutto in momenti come questi – ha aggiunto – deve manifestarsi, deve fruttare, il paziente lavoro fatto da tanti con cui si tengono vive le ragioni che danno coesione ad una società. E deve risvegliarsi la capacità di porsi domande scomode, che inquietano, e l’impegno di dare risposte difficili. La nostra società, tutta quanta, quella italiana e quella europea, è attraversata da una profonda crisi economica di cui fanno le spese soprattutto i giovani che hanno sempre maggiori difficoltà a inserirsi nel lavoro, ma anche un grandissimo numero di famiglie che subiscono fenomeni di impoverimento e di smarrimento”.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz