Pisa, sindaco: solidarietà finanzieri aggrediti da venditori ambulanti

finanzieri

 “Pieno consenso all’azione di contrasto dell’abusivismo e solidarietà della città ai finanzieri che sono stati accerchiati, aggrediti e feriti e ai militari che sono accorsi a difenderli. Gli aggressori vanno individuati e puniti”.

Lo afferma in una nota il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, dopo l’aggressione che ieri decine di venditori abusivi senegalesi hanno inflitto a tre uomini della Guardia di Finanza impegnati nel contrasto alla vendita di merce contraffatta vicino a piazza dei Miracoli.
“E’ assolutamente intollerabile e inammissibile – aggiunge Filippeschi – l’atteggiamento violento, di sfida, degli abusivi.
Non è la prima volta che si registra purtroppo, e anche i vigili urbani hanno dovuto subirlo. Non ci possono essere prepotenti impuniti o zone franche dove non valgono le leggi. Ripeto che da tempo non si tratta più di fenomeni spontanei ma di vere e proprie organizzazioni che vivono d’illegalità e sfruttamento.
Dunque serve tutto il rigore della legge e si deve colpire, con nuove azioni preventive, dando continuità al contrasto, la rete che alimenta l’abusivismo di strada. Alcune operazioni hanno dimostrato come Pisa sia uno snodo dell’approvvigionamento di merci contraffatte”.
Stamani la Lega Nord insieme alla lista civica ‘Pisa nel cuore’ ha effettuato una manifestazione in zona Duomo per esprimere “solidarietà e vicinanza” alle forze dell’ordine e per distribuire volantini multilingue (cinese, inglese, francese e tedesco) per ricordare che “è illegale acquistare merce contraffatta”. Solidarietà ai finanzieri feriti è stata espressa
anche dalla Confesercenti: “Nei giorni scorsi avevamo nuovamente puntato i riflettori su quella che rappresenta una piaga per il commercio cittadino e l’immagine turistica della città: è importante che queste azioni non siano sporadiche, ma che vengano rafforzate e continuino ad essere condotte in maniera sistematica”.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz