PARCHEGGIO IN PIAZZA DUOMO: PALAZZO VECCHIO RICONOSCE VIOLAZIONI

parcheggio

In Piazza del Duomo a Firenze “esiste una situazione di violazione del divieto di sosta, siamo già intervenuti e continueremo a intervenire”: lo ha detto  in Consiglio comunale l’assessore alla polizia municipale Federico Gianassi, rispondendo ad una domanda del consigliere di Si-Fds Tommaso Grassi.

Nei giorni scorsi Grassi ha denunciato dopo sopralluoghi, la condizione di non applicazione della pedonalizzazione di Piazza del Duomo, uno dei primi atti varati nel 2009 dall’allora sindaco Matteo Renzi: Grassi, anche attraverso foto, ha mostrato come la parte posteriore della piazza fosse occupata, quotidianamente, da numerose auto in sosta.

Comuni:Firenze;Sel,piazza Duomo no pedonale ma parcheggio

“Doveva essere la piazza simbolo delle pedonalizzazione e della vittoria del pedone sull’automobilista, ma sul retro, all’incrocio tra via del Proconsolo e via dell’Oriuolo, l’area che sarebbe dovuta esser un’area riservata per taxi e auto dei disabili è diventato un vero e proprio parcheggio a cielo aperto per chiunque”, attacca Grassi.

“L’amministrazione è impegnata ogni giorno sul controllo della sosta – ha detto Gianassi – e, dalle ultime verifiche effettuate dalla polizia municipale, abbiamo riscontrato in piazza del Duomo una situazione di violazione. Sono già state effettuate le sanzioni del caso, ma come siamo intervenuti nelle scorse settimane continueremo a farlo in futuro”. 

L’intervento dell’assessore sembra dunque avere tutto il sapore di un riconoscimento tardivo di un abuso e di una violazione ormai reiterata e divenuta prassi. Se non fosse stata denunciata pubblicamente da Grassi, come in altre zone del centro storico e pedonalizzare della città (piazza Santo Spirito, piazza del Carmine, ade esempio), il non rispetto delle regole avrebbe avuto la meglio.

“Abbiamo denunciato e documentato la situazione. E solo allora il Comune di Firenze si è attivato per sanzionare chi violava le disposizioni”, ha affermato Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, “Insomma – spiega il capogruppo – c’è l’ammissione di aver sottovaluto un problema esistente”.

Commenta la notizia

avatar