FIRENZE: NASCE L’ORDINE DEI CUOCHI

cuochiNasce nel capoluogo toscano un’organizzazione autodisciplinata per promuovere l’innalzamento degli standard qualitativi, la formazione continua della categoria e il confronto sugli sviluppi della professione.

L’iniziativa è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore allo Sviluppo economico e turismo Giovanni Bettarini e dal presidente dell’associazione Cuochi fiorentini Angelo Mazzi. Le prime tessere, è stato spiegato, verranno distribuite a personalità che si sono distinte nel mondo della cucina con lunga esperienza professionale o militanza nelle associazioni di settore.

“Nella nostra attività quotidiana ci siamo accorti della necessità di un aggiornamento professionale costante e di un confronto sugli sviluppi della professione – ha spiegato Mazzi – La nostra vuole essere un’organizzazione autodisciplinata con un’appartenenza che faccia da stimolo ad un miglioramento costante. Gli iscritti all’Ordine – ha proseguito Mazzi – dovranno dimostrare di esercitare la professione e partecipare a iniziative e programmi di aggiornamento per contribuire a innalzare gli standard qualitativi. L’obiettivo adesso è la creazione di un albo e il riconoscimento ufficiale della professione”.

La qualifica sindacale di cuoco (o aiuto cuoco) si ottiene, in Italia, attraverso corsi specifici o alla fine di un percorso scolastico specifico per questo tipo di formazione professionale, di solito scuola alberghiera.

Il termine cuoco, identificando la professione, si distingue in genere dal termine chef per il fatto che quest’ultimo si riferisce invece al capocuoco di ristoranti famosi o grandi alberghi. Questo mestiere è entrato in auge per l’opera dei capicuoco impegnati alle corti dei sovrani europei a partire dal settecento, ed è maggiormente stimato in quanto collegato alla figura dell’artista.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz