Mps: morte Rossi; sindaco Siena, chi sa parli a viso aperto

Siena

Delegittimare magistratura non è la strada per cercare la verità.

“Chi è a conoscenza di fatti rilevanti in merito alla tragica morte di David Rossi, che rappresenta una ferita ancora aperta per la nostra comunità, è tenuto a comunicarli subito, alla luce del sole, a viso aperto e senza omettere nulla nelle sedi preposte, come avrebbe potuto e dovuto fare da tempo. Questo per rispetto della memoria di David Rossi, della famiglia, della città, della legge e della verità”. Lo afferma il sindaco di Siena Bruno Valentini che ringrazia il procuratore Vitello per aver reso disponibili tutti gli elementi che hanno portato la magistratura ad archiviare l’inchiesta.
“Qualsiasi comportamento diverso – prosegue Valentini – rientra nella condotta ambigua del dire e non dire, del pettegolezzo che niente aggiunge alla ricerca della verità e molto toglie alla rispettabilità della nostra città. Ho insistito in più occasioni per fare luce una volta per tutte su quanto accaduto, anche attraverso interviste sulla stampa locale e nazionale, dal 2013 in poi, invitando tutte le istituzioni ed i cittadini a fare il loro dovere per cercare con forza e trovare la verità”.
“Chi ritiene di avere informazioni utili le renda note con urgenza, senza nascondersi dietro a ruoli pubblici o per ambizioni di protagonismo. Delegittimare il lavoro della magistratura non è la strada per cercare la verità ma un modo per aggiungere confusione e sospetti su una vicenda già di per sé complessa ed inquietante”, conclude il sindaco di Siena.

Commenta la notizia

avatar
wpDiscuz