venerdì , 24 marzo , 2017 5:14
Your Ad Here
Home / Senza categoria / MENINGITE: TOSCANA PROROGA CAMPAGNA VACCINALE FINO A GIUGNO

MENINGITE: TOSCANA PROROGA CAMPAGNA VACCINALE FINO A GIUGNO

meningite tipo cLa Regione Toscana ha prorogato la campagna vaccinale fino a Giugno 2017

La campagna vaccinale straordinaria, avviata nell’Aprile 2015, proseguirà fino aGiugno 2017 in seguito all’approvazione di questa proroga da parte della giunta regionale. Successivamente è stata varata anche una modifica del calendario vaccinale, che prevede 3 dosi di vaccino per i bambini di età compresa fra 1 e 13 anni di età. Una decisione presa dopo che la meningite di tipo C ha colpito anche bambini e adulti già vaccinati. Dall’inizio dell’epidemia ad oggi in Toscana si contano 59 casi, 31 lo scorso anno e 28 in quello in corso, che hanno portato a 12 decessi. A questi si aggiungono un decesso per meningite di ceppo B e la morte, nel Novembre scorso, di un paziente colpito da meningite pneumococcica. L’incidenza del virus si è registrata maggiormente nella fascia di età 20-29 anni, seguita dalla fascia 0-19. L’età media delle persone decedute è di 52 anni. Inoltre in totale ad oggi sono stati somministrati 735.865 vaccini. Stefania Saccardi, assessore toscano al diritto allo studio, ha illustrato con Fabio Voller, coordinatore dell’osservatorio di epidemiologia dell’Ars, il risultato dei due studi condotti dall’Agenzia regionale di sanità. Infatti nel periodo tra Marzo e Giugno sono stati effettuati 2.287 tamponi orofaringei in un campione di soggetti di età 11-45 anni che si sono recati per una qualunque vaccinazione negli ambulatori delle Asl toscane. “Abbiamo condotto uno studio per capire quanti portatori sani ci siano di meningite di tipo C e un altro sui casi avvenuti negli ultimi due anni. La stima dei portatori sani è bassa, ovvero circa lo 0,2% , che è in linea con gli altri studi internazionali. Il batterio della meningite di tipo C, denominato Still, ha la peculiarità di creare portatori sani solo per poco tempo, ma riesce a passare velocemente da una persona all’altra. Siamo portatori sani a brevissimo tempo. L’analisi ci permette di pianificare strategie vaccinali ad hoc al fine di interrompere la catena del contagio. Dallo studio è emerso che i luoghi più arischio sono discoteche, locali notturni, ristoranti, circoli, scuole e palestre. Voller ha aggiunto: “Con la Regione Toscana stiamo pensando anche di fare una proposta di vaccinazione. Grazie ai nostri archivi informatizzati andremo a vedere chi ancora non è vaccinato e gli invieremo un invito a vaccinarsi contro la meningite C”.

Check Also

RIGNANO

RIGNANO: SINDACO ‘ MI RICANDIDO, MA SENZA SIMBOLI DI PARTITO’

Il sindaco di Rignano Daniele Lorenzini (Pd) conferma l’intenzione di ricandidarsi alla guida del paese ...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + = undici

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>